Home / Ambiente / Il giro del globo di Starsky&Hutch in una Calabria in piena emergenza rifiuti

Il giro del globo di Starsky&Hutch in una Calabria in piena emergenza rifiuti

Un cane ed un pompiere di Manchester che stanno mappando la varietà di rifiuti del pianeta, ma la nostra terra ha offerto una cartolina bruttissima

Starsky e Hutch: il primo un cane meticcio dolcissimo e argutissimo, il secondo un pompiere di Manchester in quiescenza. Stanno girando il mondo a bordo di una Recumbent Tricycle (una bicicletta con rimorchio) con l’obiettivo di mappare il pianeta in base al numero e alla varietà di rifiuti incontrati e raccolti e così informare le persone e soprattutto i ragazzi delle scuole sulla necessità di tutelare l’ambiente.

Li abbiamo incontrati stamattina, ospiti per una notte nel comando dei Vigili del Fuoco di Corigliano-Rossano. Hutch (al secolo Martin Hutchinson di 54 anni) lo troviamo intento a mettere a punto la sua bici prima di rimettersi in sella lungo la costa ionica alla scoperta di questa Calabria bellissima ed in piena emergenza rifiuti.

Osserva il suo “triciclo” ed in mano tiene una tazza di the (il british style non si smentisce mai), mentre il cane sgambetta nello spazio della caserma. Ci fermiamo e ci facciamo raccontare la sua storia che, partendo dal Regno Unito, lo ha visto percorrere più di 66mila chilometri in quasi sei anni toccando quasi tutti i continenti e decine di nazioni: dall’Europa al Sud America.

«In questi anni – racconta Martin – ho visitato più di seicento tra scuole e università per parlare di ambiente e provare a condividere le mie osservazioni sui danni che gli arrechiamo ogni giorno». E poi c’è la Calabria quel paese bellissimo ma in questa sua visita, Hutch ed il suo fido Starsky, l’hanno trovata invasa di rifiuti. Colpa di quell’emergenza figlia di anni e anni di cattiva gestione. Glielo diciamo a Martin che qui ci vive gente civile, anche se il panorama che gli si è prospettato davanti e che lui raccolto in una serie di video pubblicati sul suo canale YouTube, mostra una terra che sembra una pattumiera.

«Io e Starsky – spiega Martin Hutchinson – siamo esploratori ambientali del ventunesimo secolo, non siamo ambientalisti, non siamo attivisti, noi semplicemente esploriamo l’ambiente e vogliamo trasmettere il messaggio di quello che vediamo e speriamo che poi facciate le vostre scelte. Non vogliamo dirvi quello che dovete fare, noi vi mostriamo i problemi e le prove e vogliamo aiutarvi affinché decidiate da soli».

Starsky e Hutch sono arrivati a Corigliano-Rossano lungo lo Jonio dopo aver circumnavigato la Puglia ed aver attraversato il Metapontino. Stamattina, in sella alla sua Recumbent Tricycle ha ripreso il viaggio sulle sponde della Magna Graecia: direzione sud Calabria e Sicilia.


 

 

Commenta

commenti