Home / Attualità / Giovanni Dima sull’Ospedale della Sibaritide: “Il 2 settembre la firma del contratto”

Giovanni Dima sull’Ospedale della Sibaritide: “Il 2 settembre la firma del contratto”

giovanni-dimaNuovo Ospedale della Sibaritide, il prossimo martedì 2 SETTEMBRE sarà firmato il contratto tra il Dirigente Generale del Dipartimento Infrastrutture e Lavori Pubblici della Regione Calabria PALLARIA e il Dirigente Generale dell’ASP SCARPELLI. La delibera che autorizza alla sottoscrizione è stata licenziata nella giornata di ieri (martedì 6) dalla Giunta Regionale. Questa per l’Ospedale della Sibaritide sarà la prima sottoscrizione. Ad essa seguiranno quelle per gli ospedali di Vibo Valentia e per quello della Piana di Gioia Tauro.
A darne notizia è il Sottosegretario alla Protezione Civile Giovanni DIMA il quale annuncia che nei prossimi giorni verificherà con la Provincia di Cosenza se è stato definito il progetto relativo alla strada in località Insiti, soprattutto il completamento del ponte sulla ferrovia, via di collegamento strategica per la nuova grande struttura territoriale.
Il progetto e le ambizioni dell‘Area Urbana e, quindi, della conurbazione – dichiara soddisfatto DIMA – devono trovare in queste iniziative ed in questi risultati condivisi l’espressione migliore. Ci abbiamo creduto, seppure in pochi, sin dal primo momento – continua il Sottosegretario che coglie l’occasione per ringraziare, tra quelli che non hanno mai abbassato la guardia su questo storico progetto per la sanità territoriale, provinciale e regionale, il Comitato sostenitore del nuovo Ospedale, composto da professionisti e semplici cittadini dell’Area Urbana (G.A.VULCANO, P.GRILLO, F.CIRÒ, E.CERBELLA e N.VITERITTI).
Non abbiamo alcuna remora né pregiudizi – continua DIMA – nel riconoscere che la realizzazione di questa opera non soltanto accorcerà ulteriormente le distanze fra le due città di Rossano e Corigliano ma che rappresenta già adesso un importante esempio di utile, efficace e lodevole continuità amministrativa, nell’interesse generale, fra la passata giunta regionale di centro sinistra, e tra questi in particolare quelli che si sono impegnati in modo determinante, con l’attuale esecutivo regionale di centro destra. In questi ultimi mesi, da marzo a luglio – conclude il Sottosegretario – si è concluso un complesso e laborioso iter amministrativo, svolto con attenzione dagli uffici regionali e segnatamente dall’assessorato ai lavori pubblici, per definire gli ultimi atti legati ad un passaggio molto delicato della normativa e dell’intera procedura, ovvero i certificati antimafia delle società e dei membri dei rispettivi consigli di amministrazione e la regolarità fiscale delle stesse.
Lo schema di contratto di concessione, unitamente al piano economico e finanziario relativo al progetto preliminare del nuovo Ospedale della Sibaritide (tra i 4 ospedali calabresi previsti nell’Accordo di Programma sottoscritto dalla Regione col Ministero della Salute nel dicembre 2007), confermato e recepito nel 2009 nell’ambito del piano di rientro del debito sanitario della Regione Calabria, aggiornato nel 2011 e del quale è stato confermato il finanziamento nel 2012, era stato approvato a luglio del 2011 dalla Giunta Regionale che nella stessa deliberazione ha autorizzato il Dipartimento regionale Bilancio alla contrazione dei mutui per la integrale copertura degli interventi relativi ai 4 ospedali (Vibo, Gioia Tauro, Catanzaro e Sibaritide). – Il quadro economico del progetto posto a base di gara per l’affidamento della concessione di costruzione e gestione dei servizi non sanitari del Nuovo Ospedale della Sibaritide comporta un complessivo impegno di spesa pari ad Euro 143.921.997,42 con un contributo pari ad Euro 102.710.928,33 di risorse pubbliche e pari ad Euro 41.211.069,09 di risorse private. Come si ricorderà, infine, all’esito della procedura di gara, con decreto del 6 dicembre 2013, è stata disposta l’aggiudicazione definitiva della concessione di progettazione definitiva ed esecutiva, costruzione e gestione al RTI Tecnis Spa (Capogruppo Mandataria) – Cogiatech Srl (Mandante).

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*