Home / Breaking News / Giovani Democratici Rossano: sì alla fusione

Giovani Democratici Rossano: sì alla fusione

giovani democratici“Sì alla fusione per restituire dignità al nostro territorio”. E’ l’appello che i Giovani Democratici di Rossano muovono in vista dei prossimi step per la nascita del comune unico. “Dignità certamente persa per l’incapacità degli ultimi rappresentanti politici del nostro territorio. Di far sentire la loro (e la nostra) voce nelle assemblee sovracomunali. A partire dal 2011 il nostro territorio ha subito una continua e progressiva mutilazione di tutti i servizi. L’elenco degli scippi subiti è talmente lungo che scriverlo farebbe perdere il filo del discorso. Per questo motivo siamo convinti che la fusione tra Rossano e Corigliano sia l’unica opportunità che ci resta per riconquistare i servizi persi. Conquista che permetterebbe a noi giovani di avere la possibilità di scegliere se rimanere o se emigrare al nord o addirittura all’estero per trovare lavoro. Mentre oggi, purtroppo, la scelta è obbligata.
GIOVANI DEMOCRATICI: METTERE DA PARTE EGOISMI
È da anni ormai che si discute di una possibile fusione. Ricordiamo che già nel 2009 con l’amministrazione di centro-sinistra rossanese si era giunti alla nascita dell’area urbana Rossano-Corigliano. Che ha portato moltissimi fondi, sotto forma di finanziamenti. Dopo anni di immobilismo totale, ora il consiglio regionale ha approvato la proposta di Referendum avanzata dagli attuali consiglieri. Che di certo più dei loro predecessori si stanno adoperando per il nostro territorio. Speriamo che la parte di popolazione attualmente scettica rifletta bene sulle opportunità che ci si presentano. E accolga l’idea di fusione, mettendo da parte egoismi e futili motivazioni. Non privandoci di quest’ultima possibilità che ci rimane per migliorare il nostro futuro.
Noi ci impegneremo sicuramente a tal proposito. Mettendo in campo iniziative informative. E organizzando dibattiti di modo che tutti, specialmente i giovani, comprendano i benefici che deriveranno dalla fusione.

Commenta

commenti