Home / Breaking News / Gianni Speranza a Rossano il 3 ottobre

Gianni Speranza a Rossano il 3 ottobre

20130708131150754900Il Circolo SEL Rossano invita la cittadinanza a partecipare all’incontro pubblico che si terrà venerdi 3 ottobre alle ore 19.30 presso la sala della ex delegazione comunale di Rossano, con il Sindaco di Lamezia, Gianni Speranza, candidato alle primarie del centrosinistra alla Presidenza della Regione Calabria.
Convinti che le elezioni per il Presidente della Regione Calabria debbano essere una sfida agli assetti di potere che costringono la Calabria nella propria arretratezza e subalternità, crediamo nella necessità che tutti i cittadini si rechino a votare per esprimere liberamente il proprio convincimento.
Le elezioni regionali non sono un passaggio di consegne, devono rappresentare un cambiamento, e noi tutti siamo chiamati a parteciparvi.
Gianni Speranza ha una storia solida e limpida. Da sempre in prima linea nella lotta alla criminalità, dell’abolizione dei privilegi, del cambiamento negli assetti istituzionali, organizzativi e nelle pratiche di governo, contrario a trasversalismi e politiche di spreco, sostenitore di politiche ecologiche e convinto fautore di attività che attraverso la valorizzazione delle nostre bellezze paesaggistiche portino la nostra regione a divenire cuore verde del mediterraneo, si presenta come il cambiamento di cui la Calabria ha bisogno.
Avverso alle larghe intese in Calabria, si propone per cambiare ripartendo dalle persone, per riportare la Calabria in mano ai calabresi, per ridare loro una sanità, una rete di trasporti, un ambiente pulito, una Calabria migliore, efficiente. Per dire basta ad una gestione regionale fallimentare, al clientelismo, al voto di scambio.
Gianni Speranza conosce la realtà del territorio, sa che cosa significa difendere il lavoro e quali possano essere le strade da percorrere per cercare di creare nuove opportunità occupazionali. Sa che cosa significa creare condizioni di sicurezza sociale, di crescita culturale, di accoglienza.
Di questo, e di tanto altro, si parlerà all’incontro del 3 ottobre.
Occorre partecipare al cambiamento, non rimanere indifferenti.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*