Home / Attualità / Fusione, strategico ruolo delle scuole

Fusione, strategico ruolo delle scuole

fusioneStoria della Calabria, un’iniziativa che ha saputo trasmettere il valore dell’identità attraverso la conoscenza della storia. Soprattutto nell’ottica della prossima fusione tra le città di Corigliano e Rossano. Lo ha affermato l’assessore alla pubblica istruzione di Rossano Angela Stella. Complimentandosi con il dirigente dell’Istituto Comprensivo Rossano 1 Antonio Pistoia. Che promosso quest’idea lungimirante che, si spera, possa far parte del percorso didattico delle altre scuole. “Rispetto all’obiettivo strategico e al percorso storico epocale della fusione, diventa cruciale il ruolo pedagogico del mondo della scuola. Soprattutto per quanto riguarda la trasmissione alle nuove generazioni delle opportunità concrete che una condivisione di così ampia portata potrà rappresentare. Per la Sibaritide, il territorio e l’intera regione.

In questo quadro, l’approfondimento sulla storia locale può rappresentare un valore aggiunto in termini di sfida educativa e culturale. Perché può contribuire a rafforzare il sentimento positivo della fusione. E fare emergere l’importanza di una identità comune. Piuttosto che sottolineare anacronisticamente distinzioni municipaliste che, in particolare nei giovani, non hanno e non possono avere alcuna rilevanza.

FUSIONE, DIMENSIONAMENTO SCUOLE ALTRA SFIDA IMPORTANTE

All’evento conclusivo del corso, coordinati da Patrizia Straface, oltre al dirigente Pistoia e all’assessore Stella, sono intervenuti il Presidente del Club TREKKING ROSSANO Lorenzo Cara , il docente e ricercatore all’Università di SAN MARINO Giuseppe Ferraro, il cantastorie Otello Profazio che ha intrattenuto gli ospiti con intermezzi musicali e le insegnanti Barbara Casciaro (scuola secondaria di I grado), Rossana De Santis (scuola primaria) e Matilde Lefosse (scuola dell’infanzia).

Altra sfida importante che attende gli oltre 100 plessi scolastici di Corigliano e Rossano – ha sottolineato la STELLA – sarà quella del dimensionamento sul quale le due comunità, non solo scolastiche, dovranno confrontarsi.

Commenta

commenti

Inline
Inline