Home / Attualità / Fusione. Personale, Geraci scrive al Commissario Bagnato

Fusione. Personale, Geraci scrive al Commissario Bagnato

Il già Sindaco di Corigliano Calabro, Giuseppe Geraci, scrive nuovamente al Commissario Prefettizio Domenico Bagnato, chiedendo spiegazioni in merito al trasferimento di alcuni funzionari e l’accesso agli atti.

Di seguito il testo integrale: «Dopo aver espresso la mia sorpresa, manifesto adesso il mio dissenso sul fatto che sia stato consentito il trasferimento del dott. Santo, responsabile finanziario del già Comune di Corigliano Calabro, a partire dal 16/08/2018. Il tutto mi appare inopportuno ed intempestivo, soprattutto per i tempi, viste le notevoli difficoltà del nuovo Comune nella predisposizione del bilancio preventivo 2018-2020.

GERACI CHIEDE CHE LA RICHIESTA DEGLI ATTI VENGA EVASA IN TEMPI BREVI

Nella qualità di componente del Comitato Consultivo della nuova città di Corigliano-Rossano  e con l’intento di contribuire positivamente e costruttivamente alla delineazione di un iter burocratico-amministrativo-finanziario  equilibrato della nuova città, rinnovo la richiesta di poter avere una bozza ufficiale del DUP 2018-2020, del Piano triennale delle Opere pubbliche 2018-2020, del Piano triennale del personale 2018-2020, del Bilancio preventivo 2018-2020 al fine di poter essere messo in condizione di esprimere le opportune valutazioni ed eventuali suggerimenti.

Finora questa richiesta è caduta nel vuoto e ho ricevuto solo  informalmente dati che poi si sono rivelati errati o sono stati sconfessati dai tecnici. Per poter svolgere in modo pieno questo compito Le comunico che mi avvarrò della consulenza tecnica del succitato dott. Santo anche nei prossimi incontri ufficiali che si terranno nella sede comunale, tecnico che conosce la situazione finanziaria del già Comune di Corigliano e che gode della mia fiducia. La consulenza burocratica,amministrativa e finanziaria durerà fino alla conclusione del percorso della fusione. Spero che la richiesta degli atti venga evasa in tempi brevi e con congruo anticipo rispetto alle scelte definitive da adottare».

Commenta

commenti