Home / Breaking News / Fusione, Caracciolo: le cose da fare subito

Fusione, Caracciolo: le cose da fare subito

caraccioloQuando mancano solo 5o giorni allo scioglimento dei consigli comunali di Rossano e Corigliano in ottica fusione, i consiglieri del movimento RossanoFutura Tonino Caracciolo e Marinella Grillo avanzano alcune proposte operative da inserirsi nel contesto del progetto in corso d’opera. “Subito un Consiglio Comunale congiunto – si legge nella nota – che delinei la fisionomia del nuovo municipio; e che approvi anche lo Statuto provvisorio per istituire – fino alla approvazione del nuovo statuto – i due Municipi. Data l’ imminenza della approvazione del DUP (il vecchio bilancio di previsione), da farsi entro il 28 febbraio, si istituisca subito un Capitolo pro fusione. E si producano documenti e dossier  relativi a personale, patrimonio, debito fuori bilancio e tributi locali.

Si producano  immediatamente due dossier, il primo sul tema PSA, consumo di suolo zero e Città unica, il secondo su ZES, infrastrutture/intermodalita’  e riconversione sito Enel  anche in considerazione del fatto che  Future-e  si sta rivelando una clamorosa truffa. La venuta a Rossano del Presidente della Giunta regionale ha  costituito un momento di svolta. La Regione ha offerto assistenza tecnica, sostegno al Comune digitale, la Zona Economica Speciale- unica vera occasione di un rilancio dell’economia – ed investimenti in infrastrutture. Una grande occasione da non perdere. Ecco perché va immediatamente costituito un tavolo di lavoro Comuni-Regione allargato alle forze sociali per condividere un percorso che può  rappresentare il miglior inizio della vita di CoriglianoRossano.

FUSIONE, CARACCIOLO E GRILLO: IL FUTURO SI COSTRUISCE, NON SI INVENTA

Noi vogliamo lavorare da subito alla buona fusione e perciò ci faremo promotori di iniziative che coinvolgano i nostri concittadini ed alimentano quella partecipazione civica che il referendum ho registrato e che ha rappresentato il primo vero autentico momento di crescita civica degli ultimi 40 anni. Restiamo convinti che occorre lavorare per   un Comune nuovo e  diverso, non solo una nuova sede ma è  una nuova organizzazione ed una città  digitale. Un disegno urbanistico coerente ed una nuova politica economica ed infrastrutturale che  partendo dal nodo portuale sviluppi una soluzione intermodale. Il futuro si costruisce non si inventa. RossanoFutura vuole contribuire a disegnarlo”.

 

Commenta

commenti