Home / Attualità / Francavilla, un centro servizi per i cittadini

Francavilla, un centro servizi per i cittadini

francavilla“Il vero potere è mettersi al servizio della gente. Aver cura di ogni persona, con generosità, con rispetto soprattutto dei bambini e degli anziani. Di coloro insomma che sono più fragili e che spesso sono nella periferia del nostro cuore”. E’ con questo messaggio cristiano lanciato da Papa Francesco che il Movimento Cristiano Lavoratori, alla presenza di una folta cornice di pubblico, del sindaco Franco Bettarini e dei dirigenti provinciali del Movimento (il presidente Leonardo De Marco ed il vice-presidente Giandomenico Nicoli), ha inaugurato nella frazione Silva di Francavilla Marittima un “Centro Servizi”. Che ha come obiettivo la promozione dei princìpi cristiani nella vita e nel lavoro. Attraverso l’offerta di una vasta gamma di servizi a favore dei cittadini.

FRANCAVILLA, IL CENTRO SERVIZI SI OCCUPERA’ ANCHE DI ASSISTENZA AGLI AGRICOLTORI

Una volta tanto anche nell’Alto Jonio si parla della nascita e non del taglio di un servizio pubblico. I servizi che si intendono attivare equivalgono a quelli di un CAF. Che eroga assistenza fiscale, supporto alla previdenza e più in generale sostegno per le pensioni, per l’invalidità. Nonché per i permessi di soggiorno a favore degli immigrati e tanto altro ancora. Il Centro Servizi sarà gestito dal giovane Salvatore Vincenzi che per l’occasione ha ricevuto la nomina sindacale di responsabile territoriale. Oltre che di assistenza e previdenza il nuovo ufficio, inaugurato dopo la benedizione di don Luigi Risoli, si occuperà anche di assistenza agli agricoltori. Con il supporto della Feder-Agri di cui Vincenzi è rappresentante sindacale, di tutte le pratiche necessarie alla loro attività.

Come ad esempio il nuovo PSR con tutti i Bandi che ne deriveranno. E ancora di segretariato sociale per tutte quelle situazioni di cui spesso il cittadino comune è totalmente all’oscuro, come gli assegni di maternità e quelli familiari, oppure l’esenzione dal canone Rai e la riduzione del gas e della luce.

Fonte: La Provincia di Cosenza

Commenta

commenti