Home / Breaking News / Forza Italia Giovani Rossano: legge elettorale, la parola al popolo

Forza Italia Giovani Rossano: legge elettorale, la parola al popolo

forza-italia-giovani-rossnao“…le regole si scrivono tutti insieme, se è possibile. Farle a colpi di maggioranza è uno stile che abbiamo sempre contestato…”.
Vogliamo aprire questo nostro comunicato con una frase largita pubblicamente, nel gennaio 2014, dall’attuale Capo del Governo sulla sua pagina twitter.
Lo scorso mese di maggio, alla luce degli avvenimenti susseguitisi, la famigerata legge elettorale, cosiddetta italicum, ha incassato il via libera definitivo alla Camera divenendo così Legge.
Orbene, entrando nel merito della questione, la nuova legge elettorale prevede un premio di maggioranza alla lista che supera il 40% dei voti  o ballottaggio tra i due partiti più votati se nessuno supera quella soglia; uno sbarramento al 3% e capilista bloccati.
Una legge elettorale al quanto sconsiderata poiché, concepita sulla base di quel fantomatico 40%, mira a premiare la lista e non più la coalizione. Pertanto, una becera riforma che trova già la sua dipartita a seguito del calo dei consensi patito dal PD nell’ultima tornata elettorale regionale.
Ebbene, per quanto ampiamente profuso, ci rendiamo conto che, in questa paradossale fase storica, ogni azione politica posta da questo esecutivo è un continuo attentato alla democrazia e alla dignità del popolo italiano.
Il becero “bolscevismo sovietico” avanza silente a colpi di velati ricatti posti in essere da un caotico Capo del governo il quale, ricoprendo allo stesso tempo la carica di segretario di un partito, gioca spudoratamente con le problematiche della Nazione.
Ricordiamo a noi stessi come, nel Gennaio 2014, il segretario del Pd rivendicava il diritto-dovere di riscrivere le regole con un’ampia maggioranza possibile.
Era lo spirito, sostanzialmente, del noto Patto del Nazareno il quale sarebbe stato siglato da Renzi e Berlusconi il 18 gennaio 2014. Renzi allo stato attuale, facendo un passo indietro, afferma che le regole vanno bene anche se fatte da una parte sola e votate a colpi di maggioranza. Sostanzialmente, il contrario di quello che affermava poco più di un anno fa.
La democrazia di questo paese è messa al bando da una classe dirigente, anzitutto, non eletta dal popolo la quale si permette di fare e disfare a scapito del popolo italiano. In questo totale sfacelo, più di ogni altra cosa, vi è lo svilimento e la netta violazione di quel potere cristallizzato al secondo comma dell’art. 1 della nostra Carta Costituzionale afferente la sovranità popolare.
Forza Italia Giovani Rossano, in conclusione, stigmatizza duramente il confusorio operato messo in atto da un governo non eletto dal popolo. Auspica che, per il bene d’Italia, questo esecutivo faccia un passo indietro presentando libere dimissioni in modo da poter ridare definitivamente la parola al popolo.

Forza Italia Giovani Rossano
Dott. Antonio Stasi

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*