Home / Breaking News / Forza Corigliano: “Sull’Ospedale unico è calato il silenzio”

Forza Corigliano: “Sull’Ospedale unico è calato il silenzio”

COMUNICATO STAMPA

Antonio Ascente, consigliere di maggioranza

Antonio Ascente, consigliere di maggioranza

Sull’ospedale unico di Corigliano-Rossano è calato il silenzio delle istituzioni regionali. Sia il Presidente Oliverio sia il Commissario alla sanità Scura, infatti, non hanno ancora avuto il buon gusto di informare il territorio sullo stato di attuazione dell’iter realizzativo di questa importante struttura per i cittadini. Così come il PD, partito di riferimento del Governatore e del Commissario, che è inspiegabilmente diventato muto di fronte a questo importante problema. E pensare che, in altri tempi ed in altri contesti politici ed istituzionali, il Partito Democratico, evidentemente in maniera strumentale e di contrapposizione ideologica, ha più volte chiesto conto dello stato dell’arte e più volte minacciato la mobilitazione del territorio e della società civile a sostegno dell’ammodernamento della sanità della Sibaritide. Questo silenzio, del Governatore, del Commissario, del PD, è ancora più preoccupante soprattutto se pensiamo al fatto che sul cronoprogramma e sulla tempistica di costruzione del nuovo ospedale nessuno sa darci alcuna risposta. Il 21 marzo scorso, attraverso un articolo della stampa locale, abbiamo appreso dal Presidente Oliverio che “entro l’anno (il 2015) verrà aperto il cantiere dei lavori mentre nei prossimi giorni firmeremo il protocollo di legalità. Tempi totali? 2 anni e 8 mesi, compresi i tempi di progettazione”. Come si vede, non c’è da stare assolutamente tranquilli proprio perché all’orizzonte non si intravede nulla di quanto proclamato da Oliverio. Dalla data di sottoscrizione del contratto di aggiudicazione dei lavori avvenuto nel settembre 2014, tra la precedente Giunta regionale di centrodestra e la società di costruzione Tecnis SpA, si sarebbe dovuti arrivare alla sottoscrizione del Protocollo di Legalità a cui sarebbe dovuta seguire la presentazione del progetto definitivo nel mese di giugno 2015, la cantierizzazione dell’opera, l’avvio dei lavori ed il loro completamento entro il 2018. Né vale la giustificazione di qualche giorno addietro relativa a presunti problemi amministrativi della società di costruzione anche e soprattutto perché prima di questi avvenimenti nulla era stato fatto in merito al cronoprogramma realizzativo.

E’ evidente che la questione non è affatto risolta, anzi si prospetta un ulteriore allungamento dei tempi che penalizzerebbe questo territorio sempre più bisognoso di risposte serie e concrete da parte di una Giunta regionale di centrosinistra che si è presentata all’attenzione dei cittadini come attenta e vicina ai problemi esistenti. Ed invece le mancate risposte ai problemi derivanti dall’alluvione, una sanità che non riesce a fornire servizi puntuali, una viabilità che peggiora sempre di più, un nuovo ospedale che sta diventando una chimera, rappresentano i risultati di un disinteresse del centrosinistra che non può essere più nascosto. Chiediamo che la Regione su questo argomento così importante come l’Ospedale di Corigliano-Rossano possa pronunciare parole credibili e soprattutto dare garanzie di realizzazione.

Gruppo consiliare “Forza Corigliano”
Antonio Ascente, Franco Bruno e Francesco Algieri

Commenta

commenti

4 commenti

  1. Leonardo Longobucco

    Ma menonale! Siamo già col culo per terra, ci manca solo buttare altri soldi, che non abbiamo, in opere faraoniche che chissà quando vedranno la luce ! E tutto per cosa ? Per far mangiare i soliti delinquenti vestiti in giacca e cravatta …. se già esistono delle strutture, perché chiuderle e costruirne delle altre ?

    • Francesco Manfredi

      quindi secondo te dove è ubicato l’ospedale di Corigliano sia luogo idoneo per raggiungere celermente il nosocomio? Quanto impiega un’ambulanza da schiavonea a corigliano paese con le strade che ci sono? uno ci arriva morto prima di divincolarsi tra le stradine strette del paese…purtroppo il grillismo calabro sta concedendo i suoi deleteri frutti

    • Leonardo Longobucco

      Quanto ci vorrebbe ad uno di Bocchigliero per arrivare laddove si vuole costruire il nuovo ospedale ? E , dal momento che è già stato chiuso il relativo ospedale, ad una persona che viene da Cariati !?!?! E che garanzie abbiamo sulla futura e possibile efficienza di questa nuova struttura! ?!?! Hai mai pensato a cosa significherebbe concentrare tutti i malati dello Jonio cosentino in un’unica struttura !?!?! Vogliamo parlare dei costi e della corruzione che porterebbe con se un progetto si questo genere!?!?! Altra cosa : nel mio commento NON mi sono schierato politicamente ma mi sono basato solo su dati di fatto.

  2. Giovanni Trovato

    dimentichiamo la proposta della nuova struttura ospedaliera della sibaritide ,e se siete veramente onesti con la rinuncia alle mazzette,alla sistemazione deila vostra parentopoli,potenziate quelle strutture valide già esistenti su tutto il territorio calabrese .-…………

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*