Home / Attualità / Formazione professionale all’IIS “Green – Falcone e Borsellino”

Formazione professionale all’IIS “Green – Falcone e Borsellino”

formazione professionaleFormazione professionale per quelle figure di cui già oggi vi è una massiccia richiesta. Fornendo conoscenze specifiche e favorendo l’acquisizione di competenze in grado di soddisfare le esigenze di un mercato in evoluzione. È questo l’obiettivo principale del corso di formazione ideato dall’Istituto di Istruzione Superiore “N. Green-Falcone e Borsellino” di Corigliano Calabro. Diretto dall’ing. Alfonso Costanza, grazie alla collaborazione tecnica della Racurs di Mosca, dell’ Eurobit dell’ing. Filippo Campolo, ospiterà il primo corso di formazione teorica e pratica di fotogrammetria digitale.
Il corso, che prenderà il via giovedì 17 novembre, avrà una durata di tre giorni. Sarà incentrato soprattutto sull’utilizzo della fotogrammetria aerea e da droni (strumenti a pilotaggio remoto). E del loro impiego nelle fasi di conoscenza del territorio e del monitoraggio, mediante il rilevamento e la rappresentazione facendo uso di immagini aeree, terrestri e SAPR (Sistemi a Pilotaggio Remoto).

 FORMAZIONE PROFESSIONALE, IL PROGRAMMA DEI LAVORI

Ricco e qualificato il programma dei lavori. Interventi e relazioni di esperti già dalla prima giornata entreranno nel vivo delle tematiche oggetto del corso. Giovedì 17, dopo i saluti del dirigente scolastico, dell’Amministrazione comunale di Corigliano, delle Autorità presenti e dei Presidenti degli Ordini professionali, dalle ore 11 sono previste le relazioni scientifiche dell’ing. Filippo Campolo, del dott. Rocco Dominici dell’UNICAL, del dott. Giuseppe Cianflone, responsabile scientifico della E^3 Start Up UNICAL e dell’ing. Alfonso Costanza che concluderà la mattinata presentando il progetto IN.FO.TER.
La formazione proseguirà nel pomeriggio e nelle giornate di venerdì 18 e sabato 19, quando si aggiungeranno i messaggi dei Presidenti degli Ordini professionali ai loro iscritti e le lezioni teoriche e pratiche. Il corso, si ricorda, è finalizzato alla formazione dei docenti dell’istituto, degli studenti del secondo biennio e quinto anno, dei professionisti(geometri, ingegneri, architetti, periti, geologi, etc), che supporteranno l’orientamento degli studenti iscritti ai diversi corsi tecnici.

FORMAZIONE PROFESSIONALE, GARANTITE NUOVE OPPORTUNITA’

Il progetto rientra quindi, in un «Programma formativo triennale», durante il quale si parlerà e si presenteranno i recenti sviluppi della: Fotogrammetria Digitale aerea e con S.A.P.R.; della Cartografia a supporto della progettazione, del Rilevamento di precisione, dei Sistemi informativi Territoriali. Questo primo modulo di novembre, completerà il suo iter formativo con altri due eventi pratici, previsti nei mesi di gennaio il secondo e nei mesi di aprile-maggio l’ultimo, in cui si darà la possibilità di conseguire la patente per il pilotaggio di SAPR, i cosiddetti droni. “Nel rispetto dei bisogni formativi e dei ritmi di apprendimento – afferma il dirigente scolastico ing. Alfonso Costanza – vogliamo garantire agli alunni nuove opportunità nell’istruzione e nell’apprendimento, per una reale motivazione all’impegno scolastico che sia il periodo formativo scolastico più vicino ad un ingresso immediato nel mondo del lavoro degli studenti.

FORMAZIONE PROFESSIONALE, DISOCCUPAZIONE ANCORA ELEVATA

Vogliamo, inoltre, fornire ai nostri allievi le conoscenze più attuali per essere protagonisti nel nostro territorio, dando loro insegnamenti teorici e pratici attuali per poterlo conoscere a fondo ed apprezzare, perché è così che potranno anche contribuire alla crescita e al benessere di questa terra”.
Proprio nell’ambito del futuro occupazionale e degli sbocchi offerti dall’Istituto di Istruzione Superiore “N. Green-Falcone e Borsellino”, alcuni dati relativi al 2015 pubblicati nei mesi scorsi sull’autorevole quotidiano “Il Sole 24 Ore” mettono in evidenza come accanto ad un tasso di disoccupazione ancora elevato, le imprese non siano riuscite a trovare sul mercato circa 60mila profili tecnici da assumere. E come anticipa “AlmaDiploma”, a un anno dal titolo il 44% dei diplomati tecnici lavora, con punte del 48,7% tra i geometri e del 46,6% tra i periti industriali.

Commenti