Home / Breaking News / Fondi Ue, Oliverio-Guccione: “Invertiamo trend negativo”

Fondi Ue, Oliverio-Guccione: “Invertiamo trend negativo”

oliverio-guccioneInclusione e coesione sociale. Sono, queste, le parole chiave della radicale inversione di tendenza che il nuovo governo regionale ha avviato e che vuole portare avanti, con il contributo di tutti gli attori e delle forze sociali, per lanciare entro l’estate un grande piano per il lavoro al quale piegare l’impostazione degli strumenti della programmazione comunitaria. – È quanto ha dichiarato stamani (giovedì 14 maggio) il Presidente della Giunta Regionale Mario OLIVERIO, concludendo l’incontro tecnico “La Calabria in Rosa”, prima della firma delle convenzioni per l’Azione di Sistema Welfare to Work con le aziende beneficiarie del contributo “Assunzioni Giovani Donne”, svoltosi presso il Centro Agroalimentare a Lamezia Terme.Prima del Governatore, moderati da Michele RACCUGLIA, responsabile macroarea sud-ionica Italia Lavoro, sono intervenuti Antonio Nicola DE MARCO dirigente generale del dipartimento 6; Cosimo CUOMO dirigente politiche del lavoro e Mdl, Renato SCRIVANO responsabile obiettivi occupabilità Fse Por Calabria, Angelo IRANO responsabile azione Welfare to Work – Italia Lavoro, Paolo REBOAN Ipresidente Italia Lavoro Spa e Carlo GUCCIONE, assessore regionale al lavoro che ha introdotto la giornata.
206 OPERATORI PUBBLICI. 5586 AZIENDE. 34338 CITTADINI. 211 OPERATORI PRIVATI. – Sono, questi, gli ultimi aggiornamenti di Garanzia Giovani forniti dall’assessore GUCCIONE che ha ribadito la complessiva strategia per il lavoro e le imprese in atto ed entro la quale vanno lette tutte le misure e gli strumenti messi in campo dal Dipartimento e da Fincalabra, tra i quali il Fondo Unico Occupazione e Crescita (FUOC). In questa stessa cornice e con questa stessa filosofia – ha ribadito – si inserisce anche Welfare to Work, strumento che aggredisce la disoccupazione femminile e che con le convenzioni siglate stamani da 421 imprese porterà all’assunzione di 704 donne sotto i 35 anni. Inoltre – ha concluso – proprio oggi abbiamo riaperto il bando e ulteriori 800mila eurodestinati allo stesso progetto consentiranno l’ingresso nel mondo del lavoro per altre 100 unità. Così intendiamo rispondere concretamente alla domanda di occupazione e crescita in questa regione. Con costante attenzione alle categorie più svantaggiate.
Quando ci siamo insediati – ha detto OLIVERIO – la Calabria era all’ultimo posto per l’utilizzo delle risorse con Garanzia Giovani. Era indicata come esempio negativo nazionale. Oggi siamo una delle prime regioni su questa misura. Abbiamo invertito quel trend. Non è – ha precisato – la panacea, ma noi abbiamo l’obbligo di usare tutte le risorse e cogliere tutte le occasioni di crescita e di stimolo allo sviluppo. Il ruolo della Regione nell’utilizzo delle risorse comunitarie non può essere considerato esaustivo. Ma deve essere infatti alimentato dal concorso di progettualità responsabilità e governance. Senza pensare che vi sia, sul punto, una delega al Presidente ed alla Giunta. Serve il lavoro di tutti. Dobbiamo piegare la macchina rispetto a questo obiettivo sapendo che è una macchina che resiste per interessi e incrostazioni consolidatesi in questi anni. Ma la macchina si piegherà perché siamo testardi. Abbiamo bisogno di affermare una nuova cultura. A servizio del lavoro e delle imprese in questa regione. Dimostrando di avere un’idea ed un centro decisionale nella utilizzazione delle risorse.
Il Presidente della Regione ha sottolineato, infine, la dimensione innovativa del PSR (Piano di Sviluppo Rurale). Anche qui, invertendo rispetto al passato, abbiamo fatto una scelta: vogliamo immettere giovani nell’agricoltura. Alcuni novità: 40 mila euro per quelli che investire in pianura e 50mila nelle zone montane.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*