Home / Attualità / Flashmob degli ambulanti: «Il Covid19 ci ha sfiniti e siamo stati lasciati soli»

Flashmob degli ambulanti: «Il Covid19 ci ha sfiniti e siamo stati lasciati soli»

Antonio Ferraro (Associazione ANA): «Siamo arrivati alla frutta e non abbiamo liquidità per ripartire»

Una ventina di commercianti ambulanti di Corigliano-Rossano si sono ritrovati oggi pomeriggio in piazza Bernardino Le Fosse a Rossano Scalo per inscenare anche loro il flash mob nazionale e che ha visto scendere in strada, contemporaneamente, migliaia di partite Iva autonome. Lamentano la solitudine in cui si sono ritrovati con l’avvento dell’Emergenza coronavirus e molti di loro, ormai, sono rimasti senza liquidità per poter ripartire. Tutti (o quasi) hanno aderito alle misure varate dal governo che, però, come confermato da Antonio Ferraro, rappresentante locale dell’Associazione nazionale ambulanti (ANA), «al momento restano solo sulla carta».

«Il Covid 19 – dice Ferraro – ci ha sfiniti ma la cosa più grave è che il governo ci ha lasciati completamente soli». E le misure adottate dal Governo? «Per il momento rimangono solo sulla carta. Perché, oltre ai proclami e alle buone intenzioni qui ancora non vediamo nulla». Fiumi di carte e trafile per ottenere un bonus o un finanziamento che al momento non hanno sortito alcun effetto. «Tra noi – aggiunge Ferraro – c’è gente che non ha più soldi. Siamo arrivati alla frutta. E molti di noi non hanno liquidità nemmeno per rifornire la merce e rimettersi a lavorare. Siamo nella disperazione più totale e nessuno ci ascolta».

Intanto, l’iniziativa spontanea di oggi è stata solo preparativa alla grande manifestazione promossa da Ana e da tutte le associazioni di categoria dei commercianti ambulanti che si terrà il prossimo 3 giugno a Roma, davanti al Quirinale. «Ci ritroveremo tutti li per rivendicare un nostro diritto che è quello di avere un pezzo di pane da mangiare per noi e per i nostri figli»


Commenta

commenti