Home / Attualità / Fiori d’arancio e #Ideafuturo sensibili ai reati contro le donne

Fiori d’arancio e #Ideafuturo sensibili ai reati contro le donne

fiori d'arancioStalking e violenza sulle donne, le associazioni Fiori d’arancio e #Ideafuturo  in prima fila al convegno “Vittime del reato e ristoro dei danni – Progetto Dafne”. Dopo i vari saluti istituzionali, l’introduzione è stata affidata a Caterina Villirillo, già ospite dell’inaugurazione della sede delle due associazioni a Corigliano, presidente dell’associazione Libere Donne. Femminicidio, dunque, al centro degli interventi; che hanno visto anche la partecipazione della sorella di Lea Garofalo, Marisa, che ha spiegato come purtroppo alcune volte le vittime vengano accomunati ai carnefici.

FIORI D’ARANCIO E #IDEAFUTURO RAPPRESENTATE DALL’AVVOCATO ANNA BONIFIGLIO

Anche l’ avvocato-criminologo Iolanda Cennamo, vittima anche lei di stalking quasi decennali, ha raccontato l’odissea di non essere né ascoltata né creduta; fino ad arrivare al processo, in cui “un giudice calabrese – ha detto – ha inteso ascoltarmi per cinque ore senza interrompermi. Per arrivare alla fine della mia deposizione, punto in cui ho deciso di rimettere le decine di querele; soddisfatta comunque di aver ricevuto giustizia solo nell’essere ascoltata”.

Tra le conclusioni, apprezzatissimo l’intervento di Anna Bonifiglio, avvocato, in rappresentanza delle associazioni Fiori d’Arancio Corigliano Rossano e IdeaFuturo che ha relazionato sull’importanza della mediazione quale strumento di decompressione del conflitto e della giustizia riparativa, argomenti che saranno oggetto di formazione specialistica nel prossimo futuro, nella sede delle due associazioni.


Commenta

commenti