Home / Attualità / Festa dei nonni, l’esecutivo di Crosia promuove iniziative sociali

Festa dei nonni, l’esecutivo di Crosia promuove iniziative sociali

festa dei nonniCelebrando la ricorrenza della Festa dei nonni, l’Esecutivo Russo di Crosia continua a promuovere iniziative e progetti a favore degli anziani e delle categorie più deboli. Anche quest’anno l’Amministrazione Comunale – Assessorato alle Politiche Sociali, ha garantito il trasporto gratuito alle Terme di Spezzano Albanese; per un ciclo di cure termali, a scopo terapeutico, riservato agli anziani residenti. Il progetto ha preso il via lo scorso 25 Settembre e terminerà il prossimo Venerdì 6 Ottobre 2017. Unitamente a questo progetto, inoltre, Domenica 8 Ottobre, in Piazza Dante, a partire dalle ore 8.30 si terrà l’iniziativa “Prenditi più cura di te”. Un evento di prevenzione contro le malattie cardiovascolari promosso in partnership con la Croce Rossa Italiana – Comitato Mirto Crosia. Che offre ai cittadini (anche ai più giovani) la possibilità di effettuare gratuitamente la misurazione della pressione arteriosa, glicemia, colesterolo e trigliceridi.

FESTA DEI NONNI, SOTTOLINEATA L’IMPORTANZA DEGLI ANZIANI NELLA COLLETTIVITA’

In occasione della Festa dei nonni – dichiara l’Assessore alle Politiche Sociali, Graziella Guido – anche quest’anno abbiamo voluto avviare delle iniziative. Semplicemente un modo per sottolinearne l’importanza nella collettività. I nonni e più in generale gli anziani, rappresentano una risorsa preziosa per le proprie famiglie e per l’intera comunità. Sono fonti preziose ricche di esperienze da condividere e di insegnamenti da dare. Poiché preservano la memoria dei territori. Soprattutto in Calabria – continua – dove l’emigrazione giovanile, purtroppo, è tra le più elevate d’Europa è necessario tutelare l’identità delle nostra storia.

Pertanto, l’assistenza agli anziani così come quella ai bambini dovrebbe avere uno standard di efficienza e qualità più elevato rispetto al resto del Paese. Perché una terra che combatte già contro il suo costante spopolamento di giovani e forze professionali – conclude l’Assessore Guido – non può assolutamente perdere di vista le esigenze di chi ha scelto di restare in questa regione e che, a tutti gli effetti, ne detiene e difende la sua memoria. 

Commenta

commenti