Home / Attualità / Famiglia, contributi per fitto casa

Famiglia, contributi per fitto casa

famigliaSostegno a favore della famiglia, è possibile fare domanda per ottenere il contributo ad integrazione dei canoni d’affitto per l’anno 2017.
A darne notizia è l’assessore alle politiche sociali Marisa Chiurco, sottolineando che la presentazione delle domande è valida fino a sabato 18 febbraio e sino a esaurimento delle risorse disponibili. Il contributo decorrerà dal 1° gennaio 2017 e comunque dalla data di stipula del contratto se successiva, fino al 31 dicembre dello stesso anno. Possono fare domanda i cittadini residenti nel territorio comunale e nell’alloggio riportato dal canone di locazione; coloro che possiedono la cittadinanza italiana, di uno Stato appartenente all’Unione Europea; gli stranieri devono essere in possesso del permesso di soggiorno o della carta di soggiorno validi; per gli immigrati è richiesta attestata residenza da almeno 10 anni in Italia o da almeno 5 anni nella stessa regione.

FAMIGLIA, I REQUISITI PER IL CONTRIBUTO

Bisogna essere titolari di un regolare contratto di locazione ad uso abitativo, purchè tra il conduttore ed il locatore non vi sia vincolo di parentela diretto; non essere assegnatari di un alloggio di edilizia residenziale e pubblica a canone sociale, di alloggio comunale; non essere titolari di diritti di proprietà, usufrutto, uso abitazione su un alloggio. Il patrimonio mobiliare non deve essere superiore a 25 mila euro e il valore dell’Indicatore della Situazione Economica (ISE) a 17 mila euro. Sono previste due fasce entro cui è possibile essere destinatari del contributo, il quale per la fascia A è fissato ad un massimo di 3.100 euro mentre, per la fascia B a 2.325 euro. Si può fare domanda utilizzando sugli appositi moduli predisposti dal Comune, correttamente compilati, sottoscritti e corredati di copia di un documento d’identità e di indirizzo e recapito telefonico per eventuali comunicazioni.

La consegna delle domande può avvenire tramite raccomandata A.R. all’indirizzo Comune di Corigliano Calabro, c/o Ufficio Protocollo, via Barnaba Abenante, 87064 Corigliano Calabro; con consegna a mano all’Ufficio protocollo sito nel Palazzo Garopoli allo stesso indirizzo. Per maggiori informazioni sul bando e per il ritiro dei moduli ci si può rivolgere allo Sportello sociale nei giorni di lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle ore 9 alle ore 13 e il martedì dalle ore 15 alle ore 18, oppure telefonando al numero 0983 8915137.

Fonte: La Provincia di Cosenza

Commenti
Inline
Inline