Home / Attualità / Erosione costiera: «La Regione non ha avviato i progetti finanziati dall’Ue»

Erosione costiera: «La Regione non ha avviato i progetti finanziati dall’Ue»

«Nel 2017 la Regione Calabria ha istituito un Master plan per la difesa del suolo e la mitigazione dell’erosione costiera che prevede interventi per circa 600 milioni di euro, di questi 65 provengono dal Por 14-20, ma nessun intervento è ancora effettivamente avviato». La Commissione europea risponde all’interrogazione dell’eurodeputata Laura Ferrara circa la spesa a valere sul Por 14-20 destinata alla difesa delle coste calabresi.

«Nel 2017 la Giunta regionale della Calabria (con delibera n. 355 del 31 luglio 2017) ha istituito un programma, che prevede 19 interventi per la difesa del suolo e la mitigazione dell’erosione costiera, per un valore di 65 milioni di euro, nell’ambito del Programma operativo regionale Calabria 2014-2020. Questi progetti fanno parte di un Master Plan più completo, di circa 600 milioni che comprende numerosi progetti da sostenere attraverso fondi nazionali».

«Per come mi informa la Commissione europea – specifica la Ferrara – i 19 interventi sostenuti dal Fondo europeo di sviluppo regionale e dal Fondo sociale europeo (FESR – FSE) nell’ambito del Por 14-20 sono ancora in fase di elaborazione progettuale, quindi non sarebbero nemmeno stati avviati».

«La Calabria ha ben 800 chilometri di coste, un patrimonio enorme che, di anno in anno, registra un costante restringimento causato, molto spesso, dalla gestione scellerata del territorio e da eccessivi interventi antropici legali ed abusivi. Un problema che con l’arrivo della bella stagione sembra essere ormai alle spalle ma che, come ogni anno, si ripresenterà da ottobre in poi. Per questo sarebbe importante capire come procede l’iter del Master plan nella sua interezza, quali interventi nuovi siano stati effettivamente finanziati. Sarebbe, inoltre, opportuno procedere in maniera celere e strutturale, senza ricorrere dunque all’emergenza, affinché questi fondi siano realmente spesi per gestire e risolvere uno dei problemi più importanti del nostro territorio: l’erosione costiera» conclude l’europarlamentare.


 

Commenta

commenti