Home / Breaking News / Enel, in corso consiglio comunale straordinario

Enel, in corso consiglio comunale straordinario

enelE’ in corso nella sala consiliare del comune di Rossano il consiglio convocato ad hoc sulla riqualificazione della centrale Enel di Contrada Cutura. In particolare per discutere dei contenuti del progetto nazionale Futur-E. Il primo a prendere la parola è il sindaco. Che sottolinea come, trattandosi di un bando/concorso, viga il diritto di riservatezza sulle notizie relative all’azienda, che è privata. Gli incontri fatti precedentemente di certo non celano fatti nascosti. Ricordo che il colosso energetico ha affermato di voler “accompagnare” l’azienda che vincerà il bando. Il che ritengo sia una bella
circostanza. Per questo ho motivo e dovere di fidarmi dell’Enel. Che tra l’altro ha già fatto la caratterizzazione del sito. Dimostrando che non c’è inquinamento.

ENEL, MASCARO: BANDO E’ TRASPARENTE. UN’OPPORTUNITA’ CHE NON CI SI PUO’ LASCIAR SFUGGIRE

Resta il fatto che se non parte il progetto, Enel ha già ribadito che provvederà allo smantellamento. Per fortuna, però, guarda a questo territorio con interesse. E stasera possiamo affermare che nei fatti inaugureremo una nuova epoca. I quattro pilastri dello sviluppo sono: depuratore consortile, ospedale nuovo, fusione con Corigliano ed Enel. Che ha il dovere di scegliere il meglio. Ma anche quello di accompagnare l’azienda nel percorso di creazione di sviluppo. E siamo certi lo farà. In tutto questo si leggono cose che non sono vere. I discorsi sull’incompatibilità sono pura follia. Noi siamo trasparenti. Il bando è trasparente ed è un’opportunità che Rossano e il territorio non possono permettersi di lasciarsi sfuggire.

NEL BANDO NULLA DI NON CHIARO O NON TRASPARENTE

Sarà Enel a scegliere il progetto migliore. Noi possiamo solo esprimerci sui vincoli di compatibilità turistica e agroalimentare. Ma è giusto sottolineare come in questo bando non ci sia nulla di non chiaro o non trasparente. Enel oltretutto è anche un problema di Corigliano, nella misura in cui il processo di fusione – in cui io credo fortemente – è ormai prossimo. Corigliano non è qui stasera ma è come se lo fosse. Tutti i nostri problemi vanno visti in ottica comune con Corigliano. Certamente a questo progetto guardo con speranza. Soprattutto alla luce di quella quotidianità in cui mi capita di rasserenare concittadini disperati per la questione lavoro. A loro dico di tenere duro e avere coraggio”.

SI APRE IL DIBATTITO

Prima che la presidente del consiglio Rosellina Madeo legga la delibera proposta dalla Giunta, il consigliere Ernesto Rapani innesca il dibattito. Ringraziando innanzitutto il Sindaco che ha preteso che i dirigenti Enel venissero a Rossano. La tematica è importante. Ma non per questo deve esserci un’approvazione a tutti i costi. Ci dobbiamo dire tutta la verità. Ed Enel con quattro fogliettini non venirci a parlare di proposte progettuali. Il problema è che Enel con Futur-E non ha fatto altro che prenderci ancora in giro. L’azienda ha obblighi verso il nostro territorionella misura in cui ha deciso di dismettere il sito. Senza contare che una parte della struttura, a detta dello stesso colosso, rimarrà aperta: quella di Terna . Ciò significa che i tralicci resteranno. E viene da chiedersi quale imprenditore vorrebbe e potrebbe fare turismo con una parte di tralicci ancora presenti? Futur-E non è altro che escamotage per perdere tempo. E nel frattempo il 21 o 22 scadono i termini per la presentazione dell’offerta economica. Ma ci sono costi non previsti per smantellare centrale.

Enel aveva l’obbligo di presentare progetto di dismissione e bonifica del.sito ma non l’ha fatto. Non esiste nulla, al momento. Soprattutto non c’è traccia di una contabilizzazione economica per lo smantellamento. Enel vuole prendere solo tempo pur avendo l’obbligo di dismissione e ripristino dei luoghi. Impegni non mantenuti. Dal canto nostro, noi dobbiamo far sì che si scelga il progetto che garantisca effettivi posti di lavoro

Commenti
Inline
Inline