Home / Ambiente / Emergenza rifiuti, Stasi: Anci svolga ruolo da protagonista. Fondi fusione, questione politica generale

Emergenza rifiuti, Stasi: Anci svolga ruolo da protagonista. Fondi fusione, questione politica generale

Questione rifiuti, l’ANCI Calabria può e deve svolgere un ruolo di coordinamento nella ricerca di tutte le soluzioni possibili, facendo sedere con urgenza allo stesso tavolo tutti gli Ambiti Territoriali Ottimali (ATO) provinciali e la Regione Calabria. – Finanziamenti per i comuni fusi, fino a quando non sarà effettivo lo sblocco delle risorse necessarie a rimpinguare il fondo previsto per le autonomie locali che hanno scelto virtuosi percorsi di fusione amministrativa, la sezione calabrese dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani dovrà tenere alta l’attenzione su una questione che è essenzialmente di natura politica.  Sono stati, questi, due dei passaggi posti dal Sindaco di Corigliano – Rossano Flavio Stasi  all’attenzione del Consiglio regionale Anci Calabria ospitato stamani (lunedì 30) dalla sala Turchese della Cittadella regionale a Catanzaro che in apertura dei lavori ha ufficializzato con un applauso di benvenuto l’ingresso di Corigliano-Rossano in Anci e del Primo Cittadino quale membro del Consiglio regionale dell’Associazione.

 Con il passaggio di competenze in materia da parte della Regione – ha ribadito Stasi nel suo intervento – è stato chiesto agli ATO, e quindi direttamente ai Comuni, di risolvere in un anno questioni aperte ed emergenze che non sono stati risolti in 15 anni di Commissariamento. Agli enti locali – ha scandito Stasi – non è stata trasferita la gestione di un sistema di impianti più o meno funzionanti, ma l’assenza totale di un sistema che deve essere costruito da zero e rispetto al quale i comuni oggi,  rispetto al governo di questa emergenza, sono molto più deboli di ieri. La questione relativa al recupero dei fondi destinati ai comuni fusi – ha concluso Stasi – non riguarda soltanto gli enti locali ed i territori direttamente interessati ma essa richiede un impegno forte dell’Anci in tutte le sedi perché da questa vertenza si misurerà la reale intenzione dei governi e dello Stato di promuovere concretamente i processi di unificazione, ottimizzazione e razionalizzazione delle risorse e della spesa pubblica.


Commenta

commenti