Home / Breaking News / Emergenza idrica in tutta la Calabria

Emergenza idrica in tutta la Calabria

emergenza idricaEmergenza idrica su tutto il territorio a causa del maltempo. I tecnici della Sorical con l’ausilio di escavatori hanno individuato questa mattina la rottura della condotta adduttrice dello schema acquedottistico Tuccio. Una squadra di tecnici e imprese appaltatrici stanno lavorando per la sistemazione nel Comune di San Lorenzo sugli argini del fiume Tuccio. E secondo il cronoprogramma della Sorical i lavori dovrebbero essere completati in serata. Solo dopo sarà possibile riavviare l’erogazione dell’acqua. Si prevede, stando lo stato attuale dei lavori e le condizioni meteo, il ripristino totale entro le 24 ore. L’acquedotto Tuccio serve i Comuni di Reggio Calabria, Roghudi, Melito Proto Salvo, Montebello Jonico, San Lorenzo, Motta San Giovanni. «Qualsiasi inconveniente – recita un comunicato della Sorical – che dovrebbe sopraggiungere sarà tempestivamente comunicato».

EMERGENZA IDRICA E GUASTI ALLA RETE ELETTRICA

In provincia di Vibo Valentia, ieri sera, è stato attivato il gruppo elettrogeno dell’impianto di potabilizzazione dell’Alaco. E alle ore 00,22 l’Enel ha ripristinato il guasto della rete elettrica da 20Kw e gli impianti hanno ripreso a funzionare. Nelle prossime ore l’erogazione tornerà a pieno regime.
A Catanzaro sono iniziati i lavori per la sistemazione della condotta Vasche Magisano-Ipot Santa Domenica. Danneggiata dallo straripamento del fiume Alli. Si prevede di completare i lavori in serata. A seguire sarà rimessa in carico la condotta seguendo una procedura di sicurezza. Con un’erogazione parziale per alcune ore per raggiungere nella nottata la piena portata idrica.

EMERGENZA IDRICA, LA DENUNCIA DEL CODACONS

Intanto il Codacons ha formalizzato «una richiesta di accesso per conoscere i criteri di approvvigionamento idrico della popolazione mediante autobotti». «Vogliamo conoscere – è scritto – mezzi utilizzati, informazione resa e popolazione servita. Ci vengono segnalati casi di famiglie con anziani e bambini piccoli in seria difficoltà. Non vorremmo che anche in questo momento di drammatica emergenza ci sia qualcuno un po’ più uguale degli altri. E la smetta Sorical di vessare la popolazione, a ogni pie’ sospinto. Paventando interruzioni nella somministrazione di acqua. Se qualcuno è inadempiente, in questa brutta storia tutta calabrese, è proprio Sorical.

Una società che gestisce una risorsa che nonostante una consultazione referendaria, continua a rimanere privata. E alimenta un carrozzone intollerabile. Il Codacons ha annunciato un esposto in Procura per interruzione di pubblico servizi. E e sta valutando una azione di risarcimento collettiva».

Fonte: Corriere della Calabria

Commenta

commenti