Home / Attualità / Emergenza Covid, screening di massa anche a Castrovillari

Emergenza Covid, screening di massa anche a Castrovillari

Sabato 21 novembre gli operatori della croce rossa effettueranno i test nella tenda allestita nell’area mercatale della città

Anche Castrovillari si attrezza per effettuare screening di massa alla popolazione per prevenire il diffondersi di nuovi focolai da Covid-19. Il tamponi saranno effettuati presso la tenda allestita nell’area mercatale, vicino al centro polisportivo, e le operazioni avaranno inizio la mattina di sabato 21 novembre, a partire dalle ore 9.30, mentre le prenotazioni potranno pervenire già da venerdì mattina 19 novembre ai numeri del coc 0981-25268 oppure 331/1299293

Il servizio per l’effettuazione dei tamponi rapidi antigenici, nasce dal protocollo d’intesa tra il Comune e la Croce Rossa di Castrovillari.

Tale attività è possibile grazie alla disponibilità fornita gratuitamente da medici, infermieri e biologi . Determinante anche la collaborazione della Gas Pollino, il Siulp ed il Comitato New Commercial Generation i quali hanno contribuito all’acquisto dei tamponi che saranno somministrati gratuitamente.

Lo ha reso noto il Sindaco, Domenico Lo Polito, dopo una riunione operativa tenuta con gli addetti ai lavori.

«La persona, che avrà sintomi da contagio – spiega il primo cittadino- o ha avuto contatti con un positivo covid, interessata ad eseguire il tampone di verifica dovrà prima contattare il proprio medico curante il quale valuterà l’opportunità e, nel caso quest’ultimo dovesse ritenerlo, farà la prenotazione telefonando al Centro Operativo Comunale di Castrovillari ai numeri sopra citati».

Sarà il COC, poi, che provvederà a prenotare il tampone e, successivamente, comunicherà all’interessato giorno ed ora in cui il tampone sarà effettuato. Prima di tale rilevamento il cittadino, che si è sottoposto al controllo, dovrà firmare il consenso al trattamento dei dati personali. In caso di positività la Croce Rossa avvertirà immediatamente dell’esito il Comune e il Dipartimento Territoriale di Prevenzione della Salute; quest’ultimo dovrà sottoporre la persona, risultata positiva, al tampone molecolare.

«Operare insieme – ha dichiarato il Sindaco a margine dell’incontro – è la modalità imprescindibile per ricostruire la possibilità di una personale responsabilità nel lavorare per la salute, per rispondere a quanto richiede la pandemia, in materia di prevenzione e tracciamento, e per dare più risposte alla collettività nell’emergenza sanitaria in atto».


Commenta

commenti