Home / Attualità / Emergenza Covid, la nave-quarantena per i migranti stazionerà al largo di Corigliano-Rossano

Emergenza Covid, la nave-quarantena per i migranti stazionerà al largo di Corigliano-Rossano

Del controllo e della vigilanza se ne occuperanno la Capitaneria di Porto di Corigliano ed i volontari della Croce Rossa

Dopo il “rifiuto” palesato dall’intera amministrazione comunale di Gioia Tauro, contraria ad offrire una banchina volta ad ospitare la nave-quarantena per i migranti nella grande darsena della Piana, la “Gnv Aurelia” potrebbe attraccare e stazionare al largo o poco fuori il porto di Corigliano-Rossano.

Questa la decisione che sarebbe maturata nelle ultime ore dopo un veloce briefing tra Regione e Ministero dell’Interno. Pertanto, tutti i migranti che dai prossimi giorni sbarcheranno sulle coste calabre saranno trasferiti all’interno della nave. Non è da escludere, di conseguenza, che il porto di Corigliano-Rossano possa – d’ora in poi – essere designato anche come epicentro per eventuali sbarchi. Questo faciliterebbe il soccorso e, quindi, anche il trasbordo sul grande traghetto che conta 293 cabine e che sarà adibito a ricovero-ospedale.

Della sicurezza dei migranti che saranno portati a bordo per la quarantena e delle eventuali cure del caso si occuperanno i militari della Capitaneria di Porto e i volontari della Croce Rossano mentre è presumibile – anche se di questo non v’è ancora conferma – che i protocolli sanitari anti-covid saranno affidati ai sanitari dell’Asp di Cosenza e, in particolare, a quelli dei distretti Jonio sud e Jonio nord.


Commenta

commenti