Home / Breaking News / Edilizia, investimenti dalla legge di bilancio

Edilizia, investimenti dalla legge di bilancio

edilizia

SONY DSC

Il settore dell’ edilizia vivrà nei prossimi tre anni un momento particolarmente felice. Se è vero come lo è che “una buona notizia giunge da alcune misure di finanza pubblica. Previste dalla legge di bilancio dello Stato approvata per il triennio 2017-2019. Tali misure libereranno nelle casse degli enti locali somme consistenti. 700 milioni di euro nel triennio 2017-2019. Di cui 300 milioni solo per l’edilizia scolastica”. Lo dichiara il presidente del Comitato Mezzogiorno e Isole di Ance, Giovan Battista Perciaccante, alla guida anche di Ance Cosenza.
In particolare entro il 20 febbraio gli enti territoriali interessati potranno presentare domanda per utilizzare risorse fuori dai vincoli di bilancio. Finalizzate a investimenti sulle scuole e sul territorio. Inviando la propria richiesta alla struttura di missione per l’edilizia scolastica o alla Ragioneria generale dello Stato. Secondo specifiche procedure segnalate dal Governo.

EDILIZIA, OPPORTUNITA’ CHE DA’ ELASTICITA’ AI COMUNI

“Mettere in sicurezza il territorio e le scuole, attivando interventi utili all’economia locale è importante. Rappresenta un’occasione che non possiamo perdere. Questa norma – aggiunge il presidente Perciaccante – si traduce in un’opportunità che serve a dare elasticità di cassa ai comuni. E che, unita alle previsioni derivanti da Patto per la Calabria, Por e Calabria Sicura, può aiutare il settore edile a riprendersi. Dopo anni di immobilismo ed inattività. Insieme a questa buona notizia – continua il presidente Perciaccante – salutiamo con favore l’annuncio del Sindaco di Cosenza relativamente al protocollo che intende sottoscrivere con la Procura di Cosenza per la questione degli appalti pubblici. Si tratta di una proposta che Ance e Confindustria suggeriscono e propongono da tempo. Perché va nella direzione di garantire la massima trasparenza nella gestione degli appalti e procedure di gara.

Nei prossimi giorni chiederemo uno specifico incontro al primo cittadino della città capoluogo. Nel corso del quale, riconfermando condivisione e disponibilità rispetto alla proposta, presenteremo un documento articolato. Tendente a regolare anche l’Albo delle imprese di fiducia per l’affidamento di lavori. Mediante procedura negoziata e cottimo fiduciario”.

Commenta

commenti

Inline
Inline