Home / Attualità / Ecoross gestirà il servizio di igiene urbana a Mandatoriccio anche in estate

Ecoross gestirà il servizio di igiene urbana a Mandatoriccio anche in estate

Il neo sindaco di Mandatoriccio avv. Dario Cornicello, nelle more dell’espletamento della nuova gara d’appalto, che è in itinere, con apposita ordinanza sindacale ha prorogato l’affidamento del servizio all’Ecoross. Disposto lo scorso 2 aprile dalla Commissione straordinaria in seguito alla pronuncia dell’Anticorruzione. Che aveva rilevato irregolarità nel precedente bando di gara.

L’azienda rossanese gestirà il servizio di igiene urbana anche nei mesi estivi. Introdotti servizi aggiuntivi e migliorie in vista dell’atteso incremento demografico, con particolare attenzione alle zone marine.

Già in questi tre mesi Ecoross, nel rispetto del capitolato d’appalto vigente, ha proceduto a stabilizzare e regolarizzare la gestione dei rifiuti. Con un servizio puntuale ed efficiente che ha determinato un impatto positivo sull’intero territorio. E, in vista della stagione estiva, l’azienda ha introdotto servizi aggiuntivi e migliorie con riguardo, in particolare, alle zone marine. Dove è previsto il maggiore flusso di presenze.

IN QUESTI TRE MESI ECOROSS HA PROCEDUTO A STABILIZZARE E REGOLARIZZARE LA GESTIONE DEI RIFIUTI

Evidenziando le positività fin qui emerse, Ecoross rinnova l’appello alla collaborazione da parte di tutti. Elemento, questo, fondamentale nell’ambito della necessaria sinergia tra azienda, Comune e cittadini per espletare al meglio il servizio di igiene urbana e ottenere risultati soddisfacenti. L’azienda, da parte sua, continuerà a garantire un elevato decoro urbano nel corso di questa fase transitoria.

Il bando precedente, pubblicato dal Comune di Mandatoriccio il 31 gennaio 2017 per la gestione del servizio di igiene urbana, era stato revocato in autotutela dallo stesso ente in seguito alla delibera n. 1296 emessa dal Consiglio dell’Anac (Autorità nazionale anti corruzione) in data 12 dicembre 2017. L’Anac aveva rilevato delle irregolarità nella predisposizione del bando di gara, pronunciandosi in merito ad apposite istanze di parere di precontenzioso ex art. 211, comma 1 del D.Lgs. 50/2016. Presentate da alcuni operatori economici interessati a partecipare alla gara pubblica. Dopo i rilievi dell’Anticorruzione, oltre alla revoca del bando, il Comune di Mandatoriccio aveva proceduto a revocare anche l’affidamento al gestore risultato vincitore, predisponendo, quindi, gli adempimenti per l’espletamento di una nuova gara d’appalto.

Commenta

commenti