Home / Attualità / ECO-ECONOMIA – Seconda rata IMU 2020 non dovuta per le attività oggetto di restrizioni

ECO-ECONOMIA – Seconda rata IMU 2020 non dovuta per le attività oggetto di restrizioni

Con il “decreto Ristori” si amplia la platea dei soggetti per i quali, per l’anno 2020, non è dovuta la seconda rata IMU.

credito d'imposta

Ricordiamo che il D.L. n. 104/2020, conv. in L. n. 126/2020, c.d. “Decreto Agosto” all’art. 78 ha previsto esenzioni dall’imposta municipale propria (IMU) per i settori del turismo e dello spettacolo relativa a:

Domenico Pisano

  1. a) immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonché immobili degli stabilimenti termali;
  2. b) immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e relative pertinenze, immobili degli agriturismi, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate; l’esenzione per le pertinenze di immobili rientranti nella categoria catastale D/2 si applica anche relativamente alla prima rata di cui all’articolo 177 del decreto-legge 19 maggio 2020 n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77;
  3. c) immobili rientranti nella categoria catastale D in uso da parte di imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell’ambito di eventi fieristici o manifestazioni;
  4. d) immobili rientranti nella categoria catastale D/3 destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate;
  5. e) immobili destinati a discoteche, sale da ballo, night-club e simili, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

Il D.L. n. 137/2020 “decreto Ristori” ha previsto la cancellazione della seconda rata IMU, l’art. 9 recita: … per  l’anno  2020, non è dovuta la seconda rata dell’imposta municipale  propria  (IMU) di cui all’articolo 1, commi da 738 a 783, della  legge  27  dicembre 2019, n. 160, concernente gli immobili e le  relative  pertinenze  in cui  si  esercitano  le  attività  indicate  nella  tabella  di  cui all’allegato 1 al presente  decreto,  a  condizione  che  i  relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate”.

La norme segnalate intervengo sull’eliminazione della seconda rata IMU differenziando le condizioni per immobili e per attività stabilendo per alcuni immobili un’esenzione “oggettiva” e per altri, in base all’attività, è richiesto che i  “relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

In particolare l’art. 9 del D.L. 137/2020   riguarda i  proprietari di immobili che siano al contempo anche gestori delle attività specificatamente individuate nell’allegato 1, cioè quella attività che hanno subito la chiusura o forti limitazioni a causa del covid-19, norma che ha confermato l’esenzione già prevista dall’art. 78 del D.L. 104/2020, per le categorie ivi contemplate, però occorre segnalare che vi sono alcuni immobili per i quali non è richiesta la condizione di coincidenza tra proprietario e gestore, in particolare:
– gli immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali;
– gli immobili degli stabilimenti termali;
– gli immobili rientranti nella categoria catastale D in uso da parte di imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell’ambito di eventi fieristici o manifestazioni.

Domenico Pisano

Si riporta l’allegato 1 tratto da www.eutekne.info


 

ALLEGATO 1 – Tipologie di attività e codici ATECO 
– trasporto con taxi (codice ATECO 493210) e trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente (codice ATECO 493220)– attività di distribuzione cinematografica, di video e di programmi televisivi (codice ATECO 591300) e attività di proiezione cinematografica (codice ATECO 591400) 
– gestioni di funicolari, ski-lift e seggiovie se non facenti parte dei sistemi di transito urbano o sub-urbano (codice ATECO 493901)– agenzie ed agenti o procuratori per lo spettacolo e lo sport (codice ATECO 749094) 
– alberghi (codice ATECO 551000), villaggi turistici (codice ATECO 552010), ostelli della gioventù (codice ATECO 552020), rifugi di montagna (codice ATECO 552030), colonie marine e montane (codice ATECO 552040) e affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence (codice ATECO 552051)– noleggio di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli: impianti luce ed audio senza operatore, palchi, stand ed addobbi luminosi (codice ATECO 773994) 
– attività di alloggio connesse alle aziende agricole (codice ATECO 552052)– servizi di biglietteria per eventi teatrali, sportivi ed altri eventi ricreativi e d’intrattenimento (codice ATECO 799011) 
– aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte (codice ATECO 553000)– altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio nca (codice ATECO 799019) e attività delle guide e degli accompagnatori turistici (codice ATECO 799020) 
– alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero (codice ATECO 559020)– organizzazione di convegni e fiere (codice ATECO 823000), altra formazione culturale (codice ATECO 855209), attività nel campo della recitazione (codice ATECO 900101), altre rappresentazioni artistiche (codice ATECO 900109), noleggio con operatore di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli (codice ATECO 900201), altre attività di supporto alle rappresentazioni artistiche (codice ATECO 900209), altre creazioni artistiche e letterarie (codice ATECO 900309) e gestione di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche (codice ATECO 900400) 
– ristorazione con somministrazione (codice ATECO 561011), attività di ristorazione connesse alle aziende agricole (codice ATECO 561012), gelaterie e pasticcerie (codice ATECO 561030), gelaterie e pasticcerie ambulanti (codice ATECO 561041), ristorazione ambulante (codice ATECO 561042), ristorazione su treni e navi (codice ATECO 561050), catering per eventi, banqueting (codice ATECO 562100) e bar e altri esercizi simili senza cucina (codice ATECO 563000)– altre attività connesse con le lotterie e le scommesse (comprende le sale bingo) (codice ATECO 920009) 
– servizi di centri per il benessere fisico (esclusi gli stabilimenti termali) (codice ATECO 960410) e stabilimenti termali (codice ATECO 960420)– gestione di stadi (codice ATECO 931110), gestione di piscine (codice ATECO 931120), gestione di impianti sportivi polivalenti (codice ATECO 931130), gestione di altri impianti sportivi nca (codice ATECO 931190), attività di club sportivi (codice ATECO 931200), gestione di palestre (codice ATECO 931300), enti e organizzazioni sportive, promozione di eventi sportivi (codice ATECO 931910) e altre attività sportive nca (codice ATECO 931999) 
– organizzazione di feste e cerimonie (codice ATECO 960905)– parchi di divertimento e parchi tematici (codice ATECO 932100), sale giochi e biliardi (codice ATECO 932930), discoteche, sale da ballo night-club e simili (codice ATECO 932910) e altre attività di intrattenimento e di divertimento nca (codice ATECO 932990) 
– attività di altre organizzazioni associative nca (codice ATECO 949990)– attività di organizzazioni che perseguono fini culturali, ricreativi e la coltivazione di hobby (codice ATECO 949920)

 

Commenta

commenti