Home / Breaking News / E’ giunta l’ora del “cambiamento”: sfida da vincere per Giuseppe Graziano

E’ giunta l’ora del “cambiamento”: sfida da vincere per Giuseppe Graziano

GRAZIANO2Quando mesi fa ha iniziato la sua personale campagna elettorale, come “nuovo” che avanza in un mondo politico sempre uguale, si è subito intuito che le capacità, l’appeal erano quelli giusti. A Giuseppe Graziano (foto) le urne hanno dato ragione ed ora bisogna dare spazio alla concretezza.
Forte dei suoi novemila voti, l’unico rappresentante del territorio jonico cosentino in Consiglio regionale avrà il suo bel da fare nel districarsi fra il fitto intrico di emergenze che stringe questa terra. La parola “cambiamento” è stata il cavallo di battaglia di una campagna promozionale basata su idee e parole nuove. Allo stesso tempo, però, rappresenterà la “grande sfida”, perché – dai banchi della minoranza – non sarà semplice difendere gli interessi di tutta un’area, quella dello Jonio, da troppo tempo abbandonata a sé stessa.L’Eco dello Jonio” vuole fare da stimolo al “nostro” consigliere regionale affinché tuteli e faccia valere quei sacrosanti diritti della Sibaritide. La gente, i cittadini, il popolo della Piana non vogliono più sentire promesse ma credono in quel “rinnovamento” tanto rimarcato nei mesi addietro. Non sarà facile individuare la via giusta per la risoluzione delle tante problematiche; di certo, però, potrà contare su un interlocutore – il presidente della Regione Mario Oliverio – da sempre attento alle esigenze di questo territorio e comunque aperto al dialogo ed al confronto come dimostrato nei tanti anni di conduzione dell’ente Provincia. Il cambiamento di rotta, quell’inversione a “u” netta che Graziano ha prospettato, passa proprio da una discussione democratica con il governatore e i suoi consiglieri.
Ed allora, che si tratti della crisi agrumicola, piuttosto che delle carenze infrastrutturali, della stabilizzazione dei precari o delle emergenze delle comunità, bisogna subito passare dalle parole ai fatti, magari contando anche sulla collaborazione del primo cittadino di Rossano Giuseppe Antoniotti, tenendo sempre bene a mente che “uniti si vince”.
Seppur dall’altra parte, in modo critico e costruttivo, è doveroso dar voce alla Sibaritide: cinque anni passano in fretta, ma chi è mosso dalla voglia di fare, dalla grande passione, dall’amore per il proprio territorio, partendo dalla sua Rossano per estendersi a tutta la Regione, fino ai paesi dell’entroterra, può davvero fare la differenza. Del resto, la concretezza e la partecipazione hanno sempre premiato e i cittadini, in questo, hanno la memoria lunga, così come per i tanti passi falsi che hanno gettato il nostro territorio in uno dei suoi periodi più bui.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*