Home / Breaking News / Droga, Carabinieri di Corigliano fermano due giovani insospettabili

Droga, Carabinieri di Corigliano fermano due giovani insospettabili

drogaDetenzione illecita di droga è l’accusa per cui nel pomeriggio di ieri i Carabinieri di Corigliano hanno arrestato un trentenne e denunciato un minorenne. Nello specifico i militari della Sezione Radiomobile di Corigliano durante un posto di controllo nella frazione di Cantinella hanno notato una macchina dall’andatura sospetta. Hanno quindi deciso di fermarla per sottoporre a controllo i passeggeri ed il veicolo. Il guidatore, un trentenne, e il passeggero, un quindicenne, hanno subito esternato nervosismo e stupore per il controllo dei Carabinieri. Un atteggiamento che ha spinto i militari ad effettuare un accertamento più minuzioso nell’abitacolo della macchina. Poco dopo sotto il sedile, lato passeggero, è stata scoperta una grande busta di cellophane con all’interno una consistente quantità di marijuana.

DROGA, TRENTENNE AI DOMICILIARI. PER IL MINORENNE DENUNCIA A PIEDE LIBERO

La perquisizione è stata, quindi, estesa a tutta la macchina e successivamente anche ad i ragazzi, ma non veniva rinvenuto null’altro. A seguito di quanto trovato i due ragazzi sono stati portati in caserma. La sostanza è stata poi sottoposta a pesatura ed a specifico test per acclarare il principio attivo e la tipologia della stessa. Si trattava di 260 grammi di cannabis indica.

Sulla base degli elementi raccolti, che facevano presupporre come i due ragazzi stessero portando la sostanza nel centro coriglianese per immetterla nelle piazze di spaccio, si è proceduto all’arresto in flagranza di reato nei confronti di T.L. 30enne cassanese ma residente a Corigliano; d’intesa con il Sostituto Procuratore di turno della Repubblica di Castrovillari, coordinata dal Dott. Eugenio Facciolla. L’accusa è di detenzione illecita di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Lo stesso è stato quindi sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari in attesa di comparire davanti alle aule del tribunale per essere giudicato con rito direttissimo. Per il minorenne, invece, romeno di 15 anni, incensurato, d’intesa con la Procura dei Minori di Catanzaro è scattata una denuncia a piede libero.


Commenta

commenti