Home / Attualità / Diversamente abili, garantire diritto studio accelerando assegnazioni

Diversamente abili, garantire diritto studio accelerando assegnazioni

Ferruccio Colamaria, responsabile provinciale Unione per la Difesa del Consumatore (UDICON) interviene sulla questione dell’assegnazione delle cattedre per gli insegnanti di sostegno.

«Il ritardo accumulatosi nell’assegnazione delle cattedre per gli insegnanti di sostegno, equivale a negare il diritto allo studio degli studenti diversamente abili o con difficoltà dell’apprendimento che di questo servizio hanno necessità.

Il mancato avvicinamento, inoltre, impedisce ai docenti di lavorare al meglio delle proprie possibilità e all’intera classe di seguire il programma secondo tempi e modi adeguati».

COLAMARIA SOSTIENE LA PROPOSTA DEI 500 INSEGNANTI DELLA PROVINCIA DI COSENZA  CHE CHIEDONO IL SUPERAMENTO DI EVENTUALI INTOPPI BUROCRATICI.

«Ciò che più preoccupa – sottolinea Colamaria – è la preannunciata discontinuità nel percorso educativo a cui inevitabilmente si andrà incontro. Gli insegnanti quando e se prenderanno servizio, avranno giusto il tempo di presentarsi con gli allievi, per essere poi trasferiti nelle sedi richieste. Chi arriverà dopo di loro, prima di poter partire con la didattica dovrà conoscere lo studente, dilazionando ulteriormente l’avvio della didattica. Con disagi su disagi per tutti. Per gli studenti, per le loro famiglie e per i docenti».

Commenta

commenti