Home / Breaking News / Diritto di replica – Alluvione Corigliano, centro sinistra autolesionista

Diritto di replica – Alluvione Corigliano, centro sinistra autolesionista

COMUNICATO STAMPA

corigliano-comuneChe il PD locale non abbia più pudore e vergogna , che si dimentichi di governare a livello nazionale e che sia molto lontano dalla svolta riformatrice imposta dal Segretario RENZI lo dimostra l’ultimo comunicato emesso, in pieno contrasto con quanto i suoi esponenti hanno dichiarato nell’incontro voluto dal Sindaco e con quanto affermano privatamente.
Accusare il Consiglio comunale di discussione inutile sul disastro dell’alluvione del 12 agosto, quando la stessa discussione è stata estremamente articolata, pienamente libera da condizionamenti, democratica nel senso vero del termine, senza testi precostituiti, è una bestemmia politica che non può passare inosservata. L’avere approvato che la stesura del documento finale fosse demandata ad una riunione specifica dei capi gruppo, come è stato fatto, e rinnegare quanto votato ritenendolo inutile è un comportamento irresponsabile.
Accusare l’Amministrazione di incapacità e di inadeguatezza, dopo che per due anni l’Amministrazione Geraci ha dovuto tappare le falle del dissesto amministrativo e del fallimento creato dai governi a guida PD, vuol dire avere una bella faccia tosta, per non dire altro.
Affermare che dall’alluvione del 2000 nulla è stato fatto se non costruire là dove non si doveva, vuol dire essere autolesionisti, perché il PD locale si è scordato che in quegli anni ha guidato il paese rilasciando un mare di licenze e di permessi che hanno stravolto il territorio, insieme a tutta la compagnia del centrosinistra.

Accusare l’Amministrazione di mancanza di controllo del territorio, quando questo è stato saccheggiato negli anni di governo a guida centro sinistra significa cercare di togliersi da dosso in modo ridicolo pesanti responsabilità politiche.
Se, a distanza di un mese dall’alluvione, dal governo centrale a guida PD ancora non è stato assegnato neanche un euro, al di là della propaganda parolaia, il PD locale dovrebbe andare in massa a Roma a protestare per il bene della città.
Con le chiacchiere non si asfaltano le strade, con le chiacchiere non si ricostruiscono muri crollati, con la politica a doppia faccia del PD non si va avanti.
Il Sindaco GERACI, consapevole delle difficoltà finanziarie ed organizzative in cui si trova attualmente la Regione Calabria, si augura che al più presto vengano superate e che, in tempi brevi, la Regione possa trasferire al Comune i fondi PISU, in modo da portare a compimento tutti i cantieri ancora aperti sul territorio. Le critiche strumentali e fine a se stesse non servono, il contributo propositivo di idee è sempre bene accetto.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*