Home / Breaking News / Differenziata, sfida culturale

Differenziata, sfida culturale

differenziataRaccolta differenziata, la sfida era e resta culturale. Da 10 anni Ricicl’Art ci insegna che è questo il percorso da seguire. Servono 10, 100 e 1000 esempi come questo in Calabria per stimolare dal basso l’intero territorio alla cultura della tutela e salvaguardia dell’ambiente. L’auspicio è che l’evento, di cui la Città di Rossano deve andare fiera ed orgogliosa per il messaggio che riesce a veicolare soprattutto nelle nuove generazioni, possa essere presa ad esempio in tutte e 5 le province calabresi”. È quanto dichiara l’assessore all’ambiente Giovanni De Simone, congratulandosi a nome suo personale e dell’Amministrazione Comunale, con il sodalizio guidato da Walter Pulignano, per il successo di pubblico e di partecipazione riscontrato dall’edizione 2016 e, in generale, per l’impegno, la professionalità ed il lavoro di sensibilizzazione portato avanti in questi 10 anni.

DIFFERENZIATA, RIFIUTO COME RISORSA

“Ricicl’Art – dichiara – ha rappresentato e continua a rappresentare per la Città e per tutto il territorio, un valido alleato degli enti locali nella sensibilizzazione alla raccolta differenziata e all’approccio verso il rifiuto come risorsa. All’Associazione va dato merito di aver portato avanti un’azione contagiosa, in positivo, testimoniata dalle opere degli artisti nazionali, ma anche e soprattutto locali, che crescono di numero ed originalità di anno in anno. Ricicl’Art ha inaugurato di fatto la Cittadella dei Bambini e dei Giovani; uno spazio che l’Esecutivo Mascaro si augura possa diventare laboratorio di idee ed esperienze, luogo di aggregazione e formazione. L’auspicio è che la struttura, frequentata in questi giorni soprattutto dai più giovani – conclude – possa continuare ad essere location privilegiata per eventi dal forte ed importante messaggio civico ed educativo come Ricicl’Art. Su questo obiettivo – conclude De Simone – l’Amministrazione Comunale non lesinerà sforzi, stimolando la massima collaborazione col mondo associativo ed imprenditoriale”.

Fonte: La Provincia di Cosenza

Commenti