Home / Attualità / Differenziata, la Regione ci punta. Incontro a Trebisacce

Differenziata, la Regione ci punta. Incontro a Trebisacce

differenziataLa regione Calabria investe a piene mani per incoraggiare la raccolta differenziata destinando per il momento oltre 36 milioni di euro a favore dei comuni superiori a 5mila abitanti a cui faranno seguito altri finanziamenti a favore dei piccoli comuni. E’ quanto è emerso nel corso di un convegno-dibattito sul tema “La Sibaritide ricicla”, presieduto dall’assessore regionale all’Ambiente Antonella Rizzo, organizzato dalla “Ecology Green” di Corigliano in collaborazione con l’amministrazione comunale e moderato da Mario Melfi nelle vesti di capo-struttura del Dipartimento Ambiente della regione Calabria. Dopo il saluto dell’assessore all’Ambiente Stefania Celeste e l’introduzione dello stesso Melfi il quale ha sottolineato il fatto che finalmente, dopo oltre 12 anni di commissariamento l’attuale governo regionale ha inteso voltare pagina allineandosi alle regione del centro-nord più avanti nel sistema di trattamento dei rifiuti, la parola è passata ai relatori nelle persone del dottor Dario Abbruzzese della Ecology Green, degli ingg. Giovanni Greco della società “Gaia Tech”, Alessandro Vescio del Consorzio “Comieco” e Sergio D’Amico del comune di Terranova da Sibari e del dottor Sergio Salvati vice-sindaco di Cariati. A nome dei tanti sindaci e degli amministratori della fascia jonica presenti (Rocca Imperiale, San Lorenzo Bellizzi, Vaccarizzo, San Giorgio Albanese, Roseto Capo Spulico Cassano Jonio e Trebisacce), è intervenuto il sindaco di Longobucco Luigi Stasi il quale ha sottolineato con soddisfazione la volontà della regione di voltare finalmente pagina e di voler venire incontro ai comuni su un tema, quello della gestione dei rifiuti, i cui costi assorbono buona parte dei bilanci comunali impattando in modo pesante sui bilanci familiari. Le conclusioni sono state tratte dall’on. Franco Sergio presidente della Commissione Ambiente della Regione Calabria e dalla dott.ssa Antonella Rizzo Assessore Regionale all’Ambiente. Entrando nel merito l’assessore Rizzo ha rivelato che il Bando, di prossima pubblicazione, per il momento si rivolge ai comuni superiori ai 5mila abitanti mettendo a disposizione dei comuni un importo di 36milioni e 600mila euro di fondi del POR-FERS ‘14/’20 – Asse VI – finalizzati al miglioramento ed al potenziamento del servizio di raccolta differenziata, ma successivamente saranno investiti ulteriori risorse finanziarie a favore dei piccoli comuni. Si tratta di un Bando che, secondo quanto hanno riferito l’on Sergio e la dr.ssa Rizzo, copre il 68% della popolazione calabrese, che è finalizzato al raggiungimento del 65% della raccolta differenziata entro il 2020, che all’uopo prevede l’erogazione di 26euro per abitante ma che, contestualmente, è orientato alla realizzazione di nuove Isole Ecologiche ed al potenziamento di quelle esistenti, prevedendo tra le altre cose l’acquisto di macchinari e di attrezzature di ultima generazione.
Da parte loro i Comuni saranno supportati da esperti-tutor e dovranno presentare piani progettuali che abbiano un arco temporale di 5 anni. Sarà compito dei comuni, quindi, raccogliere la sfida della Regione e tutelare l’ambiente fornendo servizi di civiltà ai propri amministrati.

(fonte: La Provincia di Cosenza)

Commenta

commenti