Home / Attualità / Differenziata a Villapiana, c’è chi muove obiezioni

Differenziata a Villapiana, c’è chi muove obiezioni

giuseppe-leoneRaccolta differenziata: tutto è pronto per l’entrata a regime previsto per gli inizi del nuovo anno e in forma sperimentale solo nel centro storico per poi estenderla a tutto il paese. Ma c’è chi muove obiezioni, rileva che un progetto c’era già e bastava aggiornarlo e, in ogni caso, avanza seri dubbi sulla sua compatibilità economica. Si tratta dell’ex assessore all’Ambiente Giuseppe Leone. «Per due anni e mezzo – ha scritto l’ex assessore precisando di non voler alimentare polemiche – hanno negato che in Comune ci fosse un progetto di raccolta differenziata elaborato dall’esecutivo precedente. Di fatto, però, nell’approvare in Consiglio il nuovo progetto l’esecutivo ha dovuto prima revocare la Delibera precedente, con ciò confermando chiaramente che il progetto di raccolta differenziata già c’era e non era una semplice relazione tecnica come sostenevano il sindaco e l’assessore all’Ambiente».
Fatta questa premessa, Leone afferma che il progetto elaborato dall’esecutivo-Rizzuto prevedeva una serie di isole ecologiche controllate attraverso sistemi di apertura e chiusura e sul sistema “porta a porta” per gli esercizi commerciali e per il centro storico. Quello approvato dall’esecutivo-Montalti prevede invece un “porta a porta spinto” per tutto il territorio comunale.
«Il sistema “porta a porta spinto”, – ha obiettato Leone – in altre località funziona bene ma a Villapiana, il cui centro abitato è distribuito su tre agglomerati urbani, non funzionerà e, in ogni caso, quale dei due progetti sia migliore e più calibrato lo… sapremo solo vivendo. Intanto – ha aggiunto Leone – ci preme evidenziare che intorno a questo progetto si sono generate notevoli aspettative occupazionali e, se queste non dovessero verificarsi, o dovessero avere una durata temporale limitata, si creerebbe altra delusione e forte malessere nella popolazione, specie quella più bisognosa di lavoro. Ma mi auguro – ha concluso l’imprenditore Leone – che le mie preoccupazioni siano infondate e che tutto vada per il meglio».

Fonte: La Provincia di Cosenza

Commenti