Home / Attualità / Diciotto bellezze in corsa per la fascia di Miss Arbëreshe

Diciotto bellezze in corsa per la fascia di Miss Arbëreshe

E’ tutto pronto per l’evento che si svolgerà il 4 settembre a Spezzano Albanese con carattere interregionale. Presenti anche partecipanti di Puglia, Sicilia e Basilicata

La sfida tra bellezze per l’edizione 2020 di Miss Arbereshe è pronta al debutto. Definita in questi giorni la lista delle partecipanti in rappresentanza delle comunità albanofone d’Italia con una folta rappresentanza calabrese, ma anche presenze dalle regioni di Puglia, Basilicata e Sicilia. Saranno infatti 18 in tutto le ragazze che si contenderanno il titolo di più bella dell’Arberia nell’evento organizzato – dopo il successo dello scorso anno che ha visto la ripresa di una manifestazione identitaria e culturale ferma da nove anni – dall’associazione culturale Ahì Namà, presieduta da Savio Montone, con il patrocinio della Regione Calabria e del Comune di Spezzano Albanese attraverso l’assessorato al turismo, spettacolo, marketing, comunicazione guidato dall’assessore Maria Galizia.

Non solo una sfilata di bellezza ma un vero evento per valorizzare l’identità dell’Arberia, una finestra per condividere, attraverso i caratteristici costumi tipici, la storia, gli usi, le tradizioni culturali che resistono al tempo e sono diventati il valore culturale da affermare e rilanciare.  Nel teatro comunale “V. Pesce” di Spezzano Albanese il 4 settembre a partire dalle 20.30 si ritroveranno dunque le comunità arbereshe d’Italia per gareggiare tra bellezza ed identità immateriale.

Orgoglio e continuità sono diventate le parole chiave che hanno mosso gli organizzatori a riprendere in mano un evento fermo da nove anni e che consolida l’integrazione e la forza di un modello culturale che è diventato attrattore turistico e di marketing territoriale. Le comunità albanesi italiane spesso si ritrovano a camminare da sole, «mentre oggi è necessario lavorare in sinergia con chi ha le stesse origini» – spiega Savio Montone – «perché le motivazioni e la voglia di mantenere tradizioni e lingua sono le stesse un pò per tutti i centri arbereshe d’Italia. Purtroppo, però, distanze geografiche e, a volte, campanilismi ormai datati, rendono vano ogni tentativo di creare punti di approccio e reti tra le varie Comunità italo-albanesi, per condividere aspetti caratteristici e tradizioni. In tal senso, “Miss Arbereshe” da sempre si propone come ponte ideale tra queste Comunità, indicando in Spezzano Albanese e nella realizzazione del concorso solo un primo punto di partenza da cui muoversi per cercare di camminare insieme, condividendo lingua, tradizioni e cultura, ma pure programmando a lungo termine e guardando a quello che sarà il futuro della Comunità d’Arberia in Italia».

Le partecipanti che si sfideranno per il titolo di Miss Arbëreshe 2020 sono Margherita La Regina (Spezzano Albanese),  Valeria Severino (Santa Sofia d’Epiro), Francesca Vaccaro (Palazzo Adriano), Desirèe Chimenti (San Martino di Finita), Maria Antonella Loricchio (San Demetrio Corone), Francesca Ferrara (Piana degli Albanesi), Valentina Galeandro (Firmo), Paola Tassone (Cerzeto), Marica Catapano (San Marzano di San Giuseppe), Martina Coppolillo (Cervicati), Laura Crescente (Acquaformosa), Maria Grazia Condorelli (Lungro), Maria Luisa Buccolo (San Paolo Albanese), Angela La Valle (Santa Caterina Albanese), Vincenza Basile (San Benedetto Ullano), Luisa Petrassi (Mongrassano), Mariella Perrone (Frascineto), Mariateresa Torchia (Maida).


 

 

Commenta

commenti