Home / Attualità / Depurazione, a Corigliano Rossano parte intervento strategico atteso da anni

Depurazione, a Corigliano Rossano parte intervento strategico atteso da anni

Depurazione, dopo oltre 40 anni dalla sua costruzione si interviene sulla condotta sottomarina a servizio della piattaforma di S.Angelo

depurazioneLa Giunta municipale di Corigliano Rossano ha approvato nei giorni scorsi il progetto di sostituzione di 150 metri della condotta sottomarina a servizio della piattaforma di Sant’Angelo. Un intervento strategico a 40 anni dalla sua costruzione volto a migliorare l’efficienza ed il funzionamento complessivo del sistema a beneficio di una migliore qualità delle acque. A comunicarlo il Sindaco Flavio Stasi  sottolineando il valore politico di un intervento che, tra i primi ad esser stati programmati dall’Amministrazione Comunale, è di importanza cruciale rispetto a tutti gli altri interventi in cantiere, finalizzati a ripristinare, tutelare e promuovere la maggiore eco-sostenibilità possibile per la Città. Costruita nel 1978, la condotta sottomarina (che scarica ad una profondità di oltre 60 metri) attraversa un tratto di proprietà del Demanio Pubblico dello Stato ramo Marina Mercantile, costeggiando la battigia e inserendosi nel mare per circa 250 ml. – L’intervento verrà eseguito partendo da circa 16 m dalla battigia.

DALLO SCORSO 4 MAGGIO PARTITI ANCHE DUE CANTIERI SUI DEPURATORI

Da 20 m a circa 60 m il tubo verrà incassato nel fondale con dei collari intervallati e ricoperti da dei materassi. A 70 m dalla battigia in prossimità della scarpata che prosegue con una pendenza del 35% circa verrà posizionata una curva a 45 gradi in modo che la condotta vada ad adagiarsi sul fondale. Alla estremità verranno montate 2 slitte per impedire l’affondamento nel fango del fondale. Come questo per la condotta sottomarina, anche altre iniziative relative a reti e servizi già avviate e poi interrotte a causa dell’emergenza Covid sono adesso ripartite in questa fase 2 e salvo imprevisti dovrebbero concludersi entro l’estate. Dallo scorso 4 maggio – fa sapere inoltre il Primo Cittadino – sono partiti, infatti, anche due cantieri sui depuratori. Uno su Cantinella, per la ibridazione, che si completerà nei prossimi giorni e finalizzato a migliorare l’efficienza dell’impianto; nel prossimo Consiglio Comunale sarà riproposto il punto all’ordine del giorno relativo ad ulteriori interventi sull’impianto. L’altro sulla piattaforma di S.Angelo dove è attivo un lavoro già appaltato di rifunzionalizzazione di una delle vasche che era sostanzialmente in disuso da molti anni.


Commenta

commenti