Home / Breaking News / Denis Bergamini è stato ucciso: adesso c’è l’ufficialità

Denis Bergamini è stato ucciso: adesso c’è l’ufficialità

DI SERAFINO CARUSO

Denis Bergamini non si è suicidato. Denis Bergamini il 18 novembre 1989 è morto per soffocamento/strangolamento. La conferma ufficiale è appena arrivata dal Tribunale di Castrovillari. Dove oggi si è tenuto l’incidente probatorio davanti al Gip Tiziana Reggio per il deposito e la discussione delle perizie effettuate sul corpo del calciatore del Cosenza. Corpo che era stato riesumato la scorsa estate nel cimitero di Boccaleone di Argenta (Fe). Adesso cambia tutto: non si dovrà più parlare di suicidio, così come fatto per 28 lunghissimi anni. Bensì di omicidio vero e proprio. Le perizie effettuate dai periti della Procura sono in linea con quelle dei periti incaricati dalla famiglia Bergamini, che parlano di morte per soffocamento/strangolamento.

OMICIDIO BERGAMINI: SI COMPLICA LA POSIZIONE DEGLI INDAGATI INTERNO’ E PISANO

Oggi al Tribunale di Castrovillari c’era la sorella del compianto calciatore del Cosenza, l’instancabile Donna-coraggio Donata Bergamini. Accompagnata dal figlio Andrea, con la fidanzata, e dall’avvocato Fabio Anselmo. Con loro anche Ilaria Cucchi, altra Donna-coraggio che sta facendo luce, insieme all’avvocato Anselmo, sulla morte del fratello. Con loro i tre periti di parte. Per gli indagati Isabella Internò (ex fidanzata di Bergamini) e Raffaele Pisano (autista del camion fatto passare sul corpo senza vita del calciatore del Cosenza), rappresentati dai loro avvocati e dai periti di parte, adesso tutto si complica. Loro hanno sempre sostenuto, infatti, che Denis Bergamini si sia gettato sotto il camion in transito quella sera sulla statale 106 nei pressi di Roseto Capo Spulico. Tesi, questa, ribaltata dall’esito dell’udienza di oggi davanti al gip Reggio. Il cammino verso la verità è ancora lungo, ma da quanto emerso oggi si inizia a intravedere una realtà completamente diversa da quella che ci è stata raccontata per quasi trent’anni.

 

 

Commenta

commenti