Home / Attualità / Custodiva una piantagione di marijuana in casa: arrestato giovane di Villapiana

Custodiva una piantagione di marijuana in casa: arrestato giovane di Villapiana

L’operazione è stata compiuta dai carabinieri delle stazioni di Villapiana e Trebisacce con il coordinamento del Comando compagnia di Corigliano

Custodiva una piantagione di canapa indiana nel giardino mente in casa aveva allestito un vero e proprio laboratorio di trasformazione. Per questo, un ragazzo di 27 anni, incensurato, di Villapiana è stato arrestato con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

 

È questo l’esito di una complessa operazione compiuta dai carabinieri delle stazioni di Villapiana e Trebisacce, sotto la guida del comando Compagnia di Corigliano, diretto dal capitano Cesare Calascibetta. I militari, nella giornata di ieri, hanno fatto irruzione nella casa del ragazzo per avviare una perquisizione domiciliare dell’abitazione.

 

All’interno dell’appartamento gli uomini dell’Arma hanno trovato un laboratorio di marijuana con alcuni rami di canapa depositati all’interno di un armadio, posati sull’asta dei vestiti per essere essiccati. Inoltre, sempre all’interno della casa, nella camera da letto, sono stati trovati dei vasetti di vetro contenenti delle inflorescenze di marijuana già pronte per la vendita.

 

La perquisizione è continuata anche all’esterno dell’abitazione, in un giardino, dove i carabinieri hanno trovato, ben celate alla vista dei passanti, 8 piante di canapa indiana, interrate in altrettanti vasi di altezza, ognuna, di circa un metro.

 

All’esito della perquisizione tutta la sostanza stupefacente (circa 600 grammi) è stata sequestrata e distrutta mentre il giovane, d’intesa con la Procura della Repubblica di Castrovillari, è stato tratto in arresto con l’accusa di detenzione e spaccio di droga.

 

Si tratta di un risultato importante conseguito dai carabinieri della Compagnia di Corigliano che grazie ad una proficua attività d’indagine sono risaliti ad individuare un reato penale consumato da una persona incensurata e, quindi, insospettabile.


Commenta

commenti