Home / Attualità / Crosia: treni Sibari-Cz, battaglia vinta dal sindaco Russo

Crosia: treni Sibari-Cz, battaglia vinta dal sindaco Russo

russoMobilità e trasporti, entrata a regime del regionale veloce con fermata alla stazione di Mirto-Crosia. Dopo l’importante risultato ottenuto grazie alla sinergia tra i sindaci della Valle del Trionto, e l’appoggio della Regione Calabria che, accogliendo immediatamente le istanze degli Amministratori, è intervenuta presso Trenitalia, il Sindaco Antonio Russo ha interpellato direttamente i vertici dell’azienda, per porre rimedio al disagio venutosi a creare a causa dell’orario previsto per la fermata di ritorno. Positivo, anche in questo caso, il riscontro di Trenitalia che, dallo scorso lunedì 16 febbraio 2015, ha provveduto a inserire un’ulteriore fermata del Regionale 3756, con arrivo alle 17.15, venendo incontro ai pendolari costretti, altrimenti, a rientrare poco prima delle 20.00, viaggiando sul treno 12678.
Soddisfatto il sindaco Russo, che nei mesi scorsi, a seguito delle istanze dei cittadini pendolari, era intervenuto più volte sollecitando, attraverso una nuova missiva indirizzata al Dirigente regionale del Settore Trasporti, Giuseppe Pavone e ai Dirigenti di Trenitalia, anche la problematica del disagio creato dagli orari.
Credo che un buon Amministratore – dichiara Russo – abbia l’obbligo di dare risposte ai cittadini portando avanti le necessità delle proprie comunità. Risposte che purtroppo non molto spesso, nelle condizioni in cui oggi versano i comuni, possiamo garantire. Proprio per questo dobbiamo impegnarci ancora di più per difendere quel poco che è rimasto al nostro territorio, depauperato ormai da quasi tutti i servizi essenziali. Ma soprattutto, e non mi stancherò mai di ripeterlo, dobbiamo unirci e coordinare le azioni, pianificando ed impegnandoci in progetti concreti. Ribadisco il mio sentito ringraziamento ai colleghi sindaci, sensibili e attenti alla problematica, oltre che agli interlocutori regionali con i quali ci siamo interfacciati ed infine, ai Dirigenti e Responsabili di Trenitalia che hanno accolto le nostre rimostranze intervenendo e risolvendo i disagi che si sarebbero venuti a creare con la paventata soppressione della fermata e con le successive modifiche agli orari dei treni. Hanno vinto la cooperazione e la collaborazione. Un atteggiamento giusto e sano che ci ha visto uniti su una questione importante. È questa la strada da percorrere se vogliamo avere un peso maggiore nel portare avanti la voce del nostro territorio e della nostra gente. Non ci fermiamo – conclude Russo – andremo avanti, per quel che riguarda l’incremento dei servizi, anche per il potenziamento delle linee verso gli aeroporti di Lamezia e Crotone.
Ricordiamo che lo scorso mese di Dicembre 2014 si manifestò la volontà da parte di Trenitalia di sopprimere la fermata di Mirto-Crosia del treno Sibari-Catanzaro/Catanzaro Sibari. A seguito della decisa azione di mobilitazione che lo stesso Primo cittadino di Crosia intraprese, coinvolgendo i colleghi dei Comuni viciniori, e con il prezioso intervento della Regione Calabria, Trenitalia assunse l’impegno di ripristinare le suddette fermate, nella nuova tratta a scorrimento veloce, entrata a regime dallo scorso 18 gennaio 2015. Inizialmente, però, se l’inserimento del nuovo regionale 12707 prevedeva lo stesso orario all’andata, per il ritorno continuava a sussistere il problema dell’orario di arrivo alla stazione di Mirto, previsto per le ore 20.00 circa. Grazie ad un ulteriore sollecito del Sindaco Russo, dallo scorso lunedì 16 febbraio, l’orario di arrivo è stato ripristinato alle ore 16.15.

Commenta

commenti

1 Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*