Home / Attualità / Crosia: pace fiscale, parte la rottamazione delle cartelle

Crosia: pace fiscale, parte la rottamazione delle cartelle

Al via la fase di rottamazione delle cartelle esattoriali del Comune. Tutti i cittadini che hanno un contenzioso fiscale con l’Ente e tasse, tributi, canoni ed altri emolumenti tra il 2000 ed il 2017 potranno accedere ad uno straordinario piano di agevolazione e sgravio degli oneri e degli interessi di mora. Fissato anche un piano di ammortamento per quanti, essendo in difficoltà economica, vogliano accedere ad una rateizzazione. Russo: Si tratta di una vera e propria pace fiscale per consentire ai cittadini di rimettersi in regola con i doveri nei confronti del proprio Comune.

Il Regolamento per la “Definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali non riscosse a seguito di provvedimenti di ingiunzione fiscale” è stato approvato all’unanimità dal Consiglio comunale nel corso della seduta pubblica tenutasi lo scorso lunedì 1 luglio al Palateatro comunale di Mirto.

«È un’opportunità – ricorda il Primo cittadino –  per tutti i cittadini che hanno un contenzioso fiscale nei confronti del loro Comune di ripianarlo senza che si vada incontro a sofferte procedure di riscossione coattiva dei debiti. Ma è anche un’opportunità per gli uffici e le casse comunali di chiudere in positivo le centinaia di procedimenti di riscossione in atto. Abbiamo deciso di proporre al Consiglio comunale l’approvazione di questo piano di rottamazione straordinario – spiega ancora il sindaco Russo – proprio perché nella maggioranza dei casi abbiamo riscontrato che soprattutto sui canoni e sui tributi non riscossi gli oneri e gli interessi di mora superavano l’entità della stessa cartella. È giusto, dunque, che i cittadini paghino le tasse ma che si dia loro la possibilità, soprattutto in un momento di incessante crisi economica che ha inciso e continua ad incidere sulla difficoltà di pagamento e riscossione, di corrispondere solo l’entità reale dei tributi. Inoltre, grazie anche alla costruttiva collaborazione delle minoranze – aggiunge Russo – abbiamo varato un piano di rateizzazione, scaglionato in base all’entità della cartella, che può arrivare fino ad un massimo di 23 rate e stabilito anche la compensazione delle spese in caso di contenzioso legale per le quali ogni parte in causa pagherà le proprie spettanze».

La rottamazione delle cartelle comunali è già in vigore e saranno ammesse alla definizione agevolatatutte le entrate di natura tributaria come ICI, IMU, TASI, TARSU, TARI, TARES e TOSAP, e poi ancoratutte le entrate patrimoniali dell’ente come canoni, tariffe per i servizi e oneri di urbanizzazione. Rientrano anche in questa procedura di pace fiscale anche le sanzioni amministrative per violazione del codice della strada. I cittadini interessati potranno presentare agli uffici della Soget un’istanza entro e non oltre il prossimo  venerdì 20 settembre 2019, utilizzando esclusivamente la modulistica predisposta dal Comune, disponibile sul portale istituzionale www.comunedicrosia.it.


 

Commenta

commenti