Home / Breaking News / Crosia, al centro sportivo Elisir chiusa la terza edizione del Cesena Football Camp

Crosia, al centro sportivo Elisir chiusa la terza edizione del Cesena Football Camp

cesena-football-campContinua, in maniera più che proficua, la collaborazione tra il centro sportivo Elisir di Mirto Crosia e il Cesena calcio. Nella giornata di venerdì 28 giugno si è svolta, presso la sala consiliare del Comune del basso jonio, la cerimonia di chiusura (e il rilascio dei relativi attestati di partecipazione) della terza edizione del “Cesena Football Camp”. La squadra bianconera, neopromossa in serie A, anche nell’ultima stagione calcistica ha collaborato con il centro sportivo gestito da Domenico Belardo, che ha raccolto 50 ragazzi tra le categorie Esordienti e Giovanissimi, non solo di Crosia, ma anche delle altre cittadine del basso jonio, da Rossano a Cariati. Un’esperienza importante, ma soprattutto un’occasione per formare i ragazzi in una realtà come quella di Cesena, che ha sempre puntato molto sul settore giovanile. Nel corso della stagione, i giovani calciatori hanno portato a casa tante soddisfazioni con la vittoria di diversi tornei, anche contro squadre giovanili di club professionistici, classificandosi inoltre al terzo posto nel campionato Giovanissimi. E la partecipazione al Campus del Cesena calcio è il coronamento di tutta un annata di sacrifici, anche per le famiglie che hanno sopportato spesso lunghe trasferte.
La consegna degli attestati è stata affidata agli allenatori che hanno contribuito a formare i ragazzi, in primis i mister Turco e Vangeri del centro sportivo Elisir, ai rappresentanti dell’amministrazione comunale, il sindaco Antonio Russo e i consiglieri comunali Salvatore Filippelli e Francesco Russo, e al rappresentante del Cesena calcio, mister Alessandro Mattiacci, stretto collaboratore del direttore sportivo del settore giovanile del club bianconero, Luigi Piangerelli. «Voglio ringraziare – ha sottolineato mister Mattiacci – la scuola calcio Elisir per l’organizzazione, l’ospitalità e la professionalità sia sotto l’aspetto umano che tecnico, perché attraverso queste peculiarità si può insegnare calcio ma anche condividere i valori che lo sport trasmette, soprattutto il rispetto dell’avversario e delle regole. Valori che servono non solo in campo ma anche nella vita». Il sindaco di Crosia, inoltre, ha sottolineato come lo sport possa trasmettere sani principi e ha ribadito l’attaccamento ed il sostegno dell’amministrazione comunale per le iniziative a carattere sportivo.

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*