Home / Attualità / Crati, adesso intervenga la regione

Crati, adesso intervenga la regione

cratiEsondazione Crati, il Commissario Prefettizio di Corigliano Rossano Domenico Bagnato informa che stamani (giovedì 20) è stato trasmesso un terzo sollecito dal Comune alla Regione Calabria; precisamente al Dipartimento Presidenza ed a quello Lavori Pubblici. Si chiede il necessario ed urgente intervento di tecnici regionali. Ammontano a circa 600.000 euro gli interventi straordinari e di somma urgenza programmati ed eseguiti, d’intesa con la Regione Calabria ma con risorse comunali, dall’organo commissariale per ripristinare l’argine del fiume; che è collassato a valle della SS106 in località THURIO (generando l’inondazione del 28 novembre scorso).

 CRATI, IL COMUNE ATTENDE IL SOPRALLUOGO DELLA REGIONE

Sostituitosi fino ad oggi in emergenza agli enti competenti, il Comune sta aspettando e sollecitando la Regione Calabria; affinché effettui un doveroso sopralluogo sugli interventi già ultimati per accertarne l’esatta esecuzione. Preso atto delle diverse e preoccupate segnalazioni che stanno pervenendo all’ente, chiede inoltre che vengano effettuati con celerità ulteriori, eventuali interventi di messa in sicurezza; che in assenza di somma urgenza oltre che senza le adeguate risorse finanziarie l’ente locale non può più intraprendere. 


Commenta

commenti