Home / Attualità / Covid: in Calabria 32 casi in più, 23 sono riconducibili a migranti ad Amantea

Covid: in Calabria 32 casi in più, 23 sono riconducibili a migranti ad Amantea

covid-19

Continua a crescere l’andamento dei contagi da Coronavirus in Calabria. Nelle ultime 24 ore, si registrano 32 nuovi casi in più che portano il totale dei casi dall’inizio della pandemia a 1.545 casi. Nell’arco dell’ultimo giorno sono stati processati 227 tamponi a fronte di di 155.523 totali.

La situazione epidemiologica più consistente riguarda i migranti sbarcati sulle coste calabresi, sono 27 sui 32 totali. Positivo al tampone orofaringeo anche una persona proveniente da fuori regione. Nella provincia di Reggio Calabria sono stati registrati 3 nuovi casi, 1 invece nella provincia di Cosenza.
I contagi, sono così distribuiti
– Catanzaro: 8 ricoverati, 8 in isolamento domiciliare, 147 i guariti e 15 i deceduti
– Cosenza: 9 ricoverati, 42 in isolamento domiciliare, 447 i guariti e 34 i deceduti
– Vibo Valentia: 8 in isolamento domiciliare; 82 guariti; 5 deceduti
– Crotone: 1 in reparto; 10 in isolamento domiciliare; 116 guariti; 6 deceduti
-Reggio Calabria: 3 in reparto, 82 in isolamento domiciliare, 287 i guariti e 19 i deceduti

Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da strutture di altre province che nel tempo sono stati dimessi. I ricoverati del setting fuori regione (8) e dei migranti (1) sono stati distribuiti nei reparti di degenza; complessivamente i ricoveri presso l’ospedale di Catanzaro sono 8 di cui 5 non sono residenti; i ricoverati presso l’Ao di Cosenza sono 9. Dei nove pazienti ricoverati nel reparto di malattie infettive di Cosenza 4 sono non residenti. Cosenza: intercettati 29 casi: 23 sono riconducibili ai migranti di Amantea, 4 sono provenienti da Rende, 1 è un soggetto di contact tracing racing di un soggetto fuori regione e uno è soggetto autoctono.


Commenta

commenti