Home / Attualità / Covid-19, focolaio a Corigliano-Rossano? Rizzo: «Attualmente non abbiamo alcuna notizia ufficiale»

Covid-19, focolaio a Corigliano-Rossano? Rizzo: «Attualmente non abbiamo alcuna notizia ufficiale»

Parla il responsabile del dipartimento di igiene e sanità pubblica: «Ultimo contatto a Corigliano-Rossano di un turista napoletano positivo risale al 22 agosto»

«Attualmente non abbiamo alcuna notizia ufficiale». Sono le parole di Martino Rizzo, responsabile del dipartimento di igiene e sanità pubblica per i distretti Jonio Sud e Jonio Nord di dell’Asp di Cosenza, cioè della massima autorità nell’azione di prevenzione e contrasto nella battaglia al Covid-19 nel territorio della Sibaritide. Che abbiamo sentito in queste ore per avere maggiori e dettagliati ragguagli sull’allarmante notizia di un possibile focolaio che si sarebbe generato nel comprensorio ionico e che sarebbe emerso dal tampone positivo su 10 turisti napoletani che avrebbero soggiornato in una struttura ricettiva di Corigliano-Rossano.

«Sappiamo solo – precisa Rizzo che monitora minuto per minuto casi e tamponi sul territorio di competenza – che un turista napoletano ha comunicato di essere stato trovato positivo al covid, dopo un periodo di soggiorno presso una struttura turistica di Corigliano-Rossano dove sarebbe stato ospite fino al 22 agosto.  Anche se non è nostra abitudine anticipare le cose e attendere l’ufficialità, domani iniziamo a tamponare il personale dell’hotel, sempre in attesa di conferma». Insomma, al momento non c’è alcuna conferma sull’esistenza di un nuovo cluster di infezione. Certo, ci sono le verifiche. Ma quelle ce ne sono a decine ogni giorno per stanare la presenza del virus. E ne sono la conferma anche i tamponi che in queste ore si stanno facendo sul personale di alcune attività ristorative del territorio.

Di certo e ufficiale, al momento, nella Sibaritide ci sono 14 casi attivi: 6 a Corigliano-Rossano, 6 a Cassano Jonio (di cui uno ricoverato a Cosenza), 1 a Cariati e1 Roseto Capo Spulico (ricoverato a Cosenza).


Commenta

commenti