Home / Attualità / Covid-19, amministrazione di Corigliano Rossano sospende riscossione tributi fino al 31 maggio

Covid-19, amministrazione di Corigliano Rossano sospende riscossione tributi fino al 31 maggio

L’esecutivo non esclude la messa in campo di altre misure di sostegno alla cittadinanza

covid-19Covid-19, l’amministrazione di Corigliano Rossano ha deliberato la sospensione fino al 31 maggio delle scadenze di pagamento dei tributi, dei versamenti spontanei, degli avvisi bonari di pagamento e degli adempimenti tributari fissati da norme regolamentari. Stop temporaneo anche al pagamento delle rate relative alle rateizzazioni di tutti gli accertamenti attinenti ai tributi comunali e di quelle relative alle ingiunzioni di pagamento. A darne notizia è l’assessore al bilancio Giovanni Palermo informando con il Sindaco Flavio Stasi che approvando la delibera in questione la Giunta ha ritenuto dare un sostegno all’economia locale e alle famiglie in questo difficile momento di limitazioni per l’emergenza Covid-19 (Coronavirus) in corso.

NUOVE MISURE UNA VOLTA APPROVATO IL RENDICONTO DI GESTIONE PER L’ANNO 2019

In assenza di altri provvedimenti emanati a livello regionale e nazionale – aggiunge l’assessore – ed una volta approvato il rendiconto di gestione per l’anno 2019, l’esecutivo si riserva di valutare eventuali ulteriori misure di sostegno concreto per ridurre la situazione di difficoltà. Sono sospese – si legge nel testo della delibera – le rate di pagamento relative alle rateizzazioni di tutti gli accertamenti attinenti ai tributi comunali nonché di quelle relative alle ingiunzioni di pagamento, ovvero di altri atti di riscossione coattiva, con scadenza nel periodo compreso dall’8 marzo al 31 maggio.

Il numero delle rate previsto nel provvedimento di concessione della rateazione è automaticamente aumentato di un numero di rate pari a quelle oggetto di sospensione. I contribuenti hanno comunque la facoltà di versare volontariamente alle scadenze indicate. Sono sospese le attività di invio ed emissione di avvisi di pagamento ordinari e suppletivi, atti di accertamento esecutivi, ingiunzioni e intimazioni di pagamento, atti di precetto, diffide ad adempiere, azioni esecutive e cautelari, inviti o solleciti di pagamento.


Commenta

commenti