Home / Attualità / Cosenza: addio a monsignor Serafino Sprovieri

Cosenza: addio a monsignor Serafino Sprovieri

È morto monsignor Serafino Sprovieri. Un messaggio lo annuncia nel tradizionale metodo cattolico: «È tornato alla casa del Padre». Vescovo emerito della città metropolita di Benevento, aveva prestato servizio anche nelle diocesi di Catanzaro-Squillace e Rossano-Cariati. Sacerdote prima e Vescovo poi, nato a San Pietro in Guarano, con una rigida educazione cattolica che non lo ha lasciato mai lontano dall’impegno nella società civile. Fu il primo a denunciare il patto perverso che intercorreva tra ’ndrangheta e sacra corona unita. Ha trascorso i suoi ultimi anni di vita nella curia di Cosenza, per molti ha continuato ad essere guida nel cammino di fede.

 

Preti come da tradizione vuole e non solo, basti ricordare la lettera di ringraziamento speditagli da padre Fedele Bisceglia nel periodo in cui fu travolto dall’onda giudiziaria e mediatica, in cui lo ringraziava per il costante supporto. Mario Occhiuto lo nominò cittadino onorario, fu la sua prima onorificenza. Nel corso della sua carriera apostolica, monsignor Sprovieri di riconoscimenti ne ha avuti molti, basti ricordare quello dei “Calabresi nel mondo” ricevuto nella sala Promoteca del Campidoglio. Il rito funebre sarà celebrato, giovedì 4 gennaio, alle ore 15.30 nella Cattedrale di Cosenza. (fonte Corriere della Calabria)

Commenta

commenti