Home / Breaking News / Coronavirus, il sindaco di San Demetrio: «Tre cittadini in quarantena precauzionale»

Coronavirus, il sindaco di San Demetrio: «Tre cittadini in quarantena precauzionale»

La precisazione: «Sono in isolamento volontario e sotto monitoraggio dell’Asp ma stanno bene»

di MARTINA FORCINITI

CoronavirusSebbene i dati raccontino che in Calabria non c’è alcuna evidenza di contagi da Coronavirus, la tensione relativamente al virus cinese che sta contagiando ogni certezza, oltre che le persone, aumenta di ora in ora anche alle nostre latitudini.

Fra banalizzazioni e psicosi, quando si ha a che fare con le ansie viscerali degli uomini diventa complicato trovare un equilibrio empirico. Ed ecco che anche nella nostra regione, nel primo lunedì con l’incubo Covid-19, capiti che allarme e irrazionalità viaggino a braccetto.

Come nel caso della famiglia cosentina di San Demetrio Corone, una situazione in cui sta emergendo tutta la difficoltà di stabilire un confine netto tra paura, diffidenza e quella che è l’inconfutabile realtà: i tre cittadini – marito, moglie e figlio, rientrati da pochi giorni da Codogno, focolaio italiano del virus – sono sani e stanno bene.

A confermarlo a L’Eco dello Jonio è il primo cittadino del paese arbëreshë, Salvatore Lamirata: “I nostri concittadini non presentano alcun sintomo, sono in quarantena precauzionale volontaria essendo rientrati da pochi giorni dal paese di Codogno. Siamo in stretto contatto con loro e sotto la stretta osservazione della Task Force dell’Asp di Cosenza, con cui li abbiamo messi in contatto. Si stanno dimostrando altamente collaborativi rispettando le direttive impartitegli, evitando qualsiasi contatto esterno, misurando la temperatura ogni sei ore e assicurando di tenerci informati su qualsiasi cambiamento dovesse intervenire nella loro condizione. Al momento sono perfettamente sani, l’isolamento è assolutamente preventivo.


Commenta

commenti