Home / Attualità / Coronavirus, i numeri della paura: dai 0 ai 50 anni muore solo lo 0.2% degli infettati

Coronavirus, i numeri della paura: dai 0 ai 50 anni muore solo lo 0.2% degli infettati

Mantenere la calma e non farsi abbindolare dalle tante trappole del web e dalla mala informazione. Il Coronavirus non deve essere sottovalutato, non solo per la sua grande capacità di trasmissione ma – soprattutto – per la tutela delle categorie più a rischio, anziani su tutti. Analizzando i dati diffusi dall’autorevole sito di statistica Worldometer è possibile avere un quadro di mortalità chiaro e preciso.

Come già anticipato nelle scorse settimane il Covid-19 non è assolutamente mortale per i bambini dai 0 ai 9 anni. Stesso riscontro, praticamente, per le persone comprese nella fascia 10-39 con un risibile 0.2%. Tra i 40 e i 49 la percentuale sale allo 0,4, arriva a 1.3 tra i 50 e i 59 e al 3.6 tra gli individui con un’età compresa tra i 60 e i 69. I numeri, come normale che sia, salgono all’8% e al 14.8% per gli individui che fanno parte della griglia 70-79 e 80 e oltre. I numeri sono chiarissimi, come limpide devono essere le regole da rispettare per evitare di vedere aumentare oltre modo un morbo insidioso e difficilmente controllabile.


Commenta

commenti