Home / In Evidenza / Coronavirus, Esodo di massa dalle zone colpite dalla “pestilenza”? Forse no!

Coronavirus, Esodo di massa dalle zone colpite dalla “pestilenza”? Forse no!

Consultando i booking delle maggiori aziende di trasporto della Sibaritide, il dato che balza agli occhi è che non sembra essere cambiato nulla rispetto i giorni precedenti all’allarme

NORMALITA’ – Il booking di un’agenzia viaggi del territorio: i posti blu sono quelli ancora liberi

di Josef Platarota

Esodo di massa dalle zone colpite dalla pestilenza? Forse no! Infatti, consultando i booking delle maggiori aziende di trasporto della Sibaritide, il dato che balza agli occhi è che non sembra essere cambiato nulla rispetto i giorni precedenti all’allarme. I pullman sono pieni solo per la giornata odierna, situazione più che naturale in qualsiasi periodo dell’anno.

Per chi volesse prenotare per domani o dopodomani, invece, i portali confermano la presenza di un buon numero di posti e quindi di biglietti (anche a prezzi vantaggiosi). Sia Lombardia che Veneto sono regioni in cui sono presenti una percentuale superiore di lavoratori rispetto che di studenti, quindi più stanziali e con meno possibilità di spostamento.

Chi è assunto al Nord, soprattutto se impiegato in aziende, può tranquillamente lavorare da casa tramite lo smart working senza particolari pericoli di essere infettati. Dunque, l’Apocalisse e qualsiasi evento biblico è, per il momento, posticipato. Ciò che è attuale è l’importanza di non lasciarsi sopraffare dal panico, dalle notizie infondate e di seguire attentamente le disposizioni igienico sanitarie anti-Coronavirus.


Commenta

commenti