Home / Attualità / Coronavirus, ancora 464 vittime (ieri erano 437). Ulteriore calo dei malati: -851 in 24 ore

Coronavirus, ancora 464 vittime (ieri erano 437). Ulteriore calo dei malati: -851 in 24 ore

I guariti aumentano per il terzo giorno di seguito: sono 3.033. Calano dunque i ricoveri: i pazienti in ospedale sono 22.871 (ieri erano 23.805), di cui 2.267 in terapia intensiva (ieri erano 2.384)

coronavirusL’ultimo bollettino diffuso dalla Protezione civile segna un nuovo deciso calo nel numero dei pazienti attualmente positivi al Coronavirus. La discesa del numero dei malati di Covid-19 è iniziata con i dati del 20 aprile, quando il calo era di -20 persone, il 21 aprile era stata molto più consistente, arrivando a 528 unità, il 22 aprile era stata di -10. Oggi gli attualmente positivi diminuiscono di -851 e sono in totale 106.848 (ieri erano 107.699). In leggero aumento il numero delle vittime: si registrano 464 nuovi morti, mentre ieri erano 437. Il totale delle persone decedute in Italia a causa del Covid-19 supera quota 25mila, arrivando a 25.549.

Complessivamente, i casi totali di persone colpite dal Covid-19 dall’inizio del monitoraggio dell’epidemia sono arrivati a quota 189.973, con un incremento di +2.646 in un giorno (ieri erano 187.327): il calo è significativo visto che ieri l’incremento era di +3.370. Quanto ai tamponi, sono stati effettuati 66.658 in 24 ore, il totale dei test effettuati è dunque arrivato a quota 1.579.909. Da evidenziare che nel grafico della Protezione civile compare per la prima volta la colonna dei “casi testati”, da tempo richiesta da più parti: il totale risulta essere a quota a quota 1.052.577. Quanto alle guarigioni, nelle ultime 24 ore sono guariti 3.033 pazienti, per un totale di 57.576. In calo i ricoveri: i pazienti in strutture ospedaliere in generale oggi sono 22.871 (ieri erano 23.805), di cui 2.267 in terapia intensiva (ieri erano 2.384). Le persone in isolamento domiciliare in tutta Italia sono invece 81.710.

Borrelli: «Numeri particolarmente confortanti»

Per la prima volta i «numeri sono particolarmente confortanti: il numero di dimessi e guariti supera il numero di nuovi casi nel paese», ha commentato il capo della Protezione civile Angelo Borrelli facendo il punto sui dati del contagio nella conferenza stampa del giovedì.

Fonte: Open Online


Commenta

commenti