Home / Attualità / Corigliano: si e’ conclusa l’iniziativa calorosamente.

Corigliano: si e’ conclusa l’iniziativa calorosamente.

partecipanti-calorosamenteUn unanime consenso ha fatto registrare, nella cittadinanza coriglianese, l’edizione 2016 dell’iniziativa di alto profilo sociale denominata “Calorosamente”che partita il 4 luglio si è conclusa il 29 dello stesso mese. Giudizi lusinghieri che pervengono anche da qualificati operatori medici, professionisti che del suddetto campo estivo ben conoscono le potenzialità e gli obiettivi a favore dei giovani partecipanti. A tal proposito, si registra in merito un caloroso ed empatico apprezzamento della dottoressa Domenica Puntorieri, neuropsichiatra infantile presso l’Asp di Corigliano. “Il campo estivo ha avuto modalità e metodologia innovativa – afferma la neuropsichiatra infantile e supervisore del progetto – in quanto ha previsto l’adattamento dell’ambiente alle diverse potenzialità dei ragazzi con difficoltà relazionali e di comportamento. Una mappatura dell’ambiente con interventi di tipo psico-educativo ha permesso ai nostri ragazzi di vivere e includersi nel territorio con la possibilità di una crescita dell’intelligenza sociale. Tutta la comunità dovrebbe sostenere attraverso le associazioni o le istituzioni tali progetti formativi non solo per i nostri ragazzi, ma soprattutto come educazione alla diversità per le nuove generazioni”. Calorosamente è un campo estivo di socializzazione e comunicazione, ideato e coordinato dal dottor Michele Forciniti, psicologo e psicoterapeuta, per i ragazzi con Bisogni Educativi Speciali e non dislocati nel territorio di Corigliano Calabro. Un insieme di attività che, interconnesse a quelle didattico-educative, ludiche e ricreative, garantiscono al soggetto la partecipazione nel contesto sociale e la comunicazione. Come obiettivo generale si intende assicurare al ragazzo la socializzazione e la comunicazione, l’autonomia e la responsabilizzazione. Individuando le “capacità positive”, cioè le abilità del soggetto, si arriva a definire un programma di interventi, tale da consentire il migliore inserimento della persona all’interno della società.
FONTE LA PROVINCIA

Commenta

commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*