Home / Breaking News / Corigliano, Russo: io voto Algieri

Corigliano, Russo: io voto Algieri

corigliano“Il territorio è abbandonato, viviamo nel caos amministrativo”. E’ l’amara denuncia dell’ex consigliere comunale di Corigliano Cataldo Russo. Che in vista delle amministrative cittadine del 2018, ufficializza la propria preferenza per il progetto politico che fa capo ad Aldo Algieri. “Esistevano i partiti, le alleanze, gli schieramenti, il senso di appartenenza. E mentre a livello nazionale c’erano Prodi da una parte e Berlusconi dall’altra, da queste parti c’erano (e purtroppo ci sono ancora!) incapaci, traditori e bugiardi. E’ così che ho sprecato venti anni! Ora dico basta! Eppure, anziché chiedere scusa e togliere il disturbo, c’è chi ha la faccia tosta di pensare di restare ancora in campo.

CORIGLIANO, RUSSO: ALGIERI UNICA ALTERNATIVA PER USCIRE DAL DEGRADO

Sono ventitré anni che si riempiono le proprie tasche. E, pur avendo ricoperto ruoli importanti, lo hanno massacrato e impoverito il nostro territorio. Personalmente chiederò a costoro il conto (e spero lo facciano in molti). E non voterò più, a livello locale, per simboli di pseudo partiti, che non valgono un bel niente.
Voterò solo per chi ha un progetto politico e di sviluppo credibile per Corigliano. IO VOTO ALGIERI! Ha un programma che si può sintetizzare in tre parole: decoro, dignità, lavoro. Tantissime le idee che saranno presentate ai cittadini. Aprendo una finestra di partecipazione e condivisione.

Qui tutti conosciamo la storia di tutti e la sua è una bella storia, a partire dalla famiglia, per finire al lavoro e a questo proposito spesso egli ama ripetere: “Ho avuto molto dalla vita e dai coriglianesi, oggi voglio mettermi a disposizione della mia comunità.”
Algieri a qualcuno può non essere simpatico: ci sta anche! Ma bisogna riconoscere che in questa nuova avventura si pone con molta umiltà e che, essendo molto capace, se sottoscrive un patto con i cittadini, è sicuramente in grado di rispettarlo. Io sono molto ottimista, le cose possono cambiare, si può uscire dal degrado ed imboccare la strada giusta, dare serenità alle famiglie e la speranza di un futuro ai giovani nella propria terra.

Commenta

commenti